Venerdì, 24 Novembre, 2017

Veneto, grave il bilancio del maltempo sul litorale

Veneto, grave il bilancio del maltempo sul litorale Veneto, grave il bilancio del maltempo sul litorale
Rufina Vignone | 11 Agosto, 2017, 19:39

"Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per oggi e domani allerta arancione per rischio idrogeologico sui settori settentrionali di Lombardia e Veneto e allerta gialla su buona parte del nord Italia" avverte la Protezione Civile. La gente ha cercato di lasciare le spiagge, ma il maltempo ha colpito soprattutto all'Isola Verde e Sottomarina, prendendo la costa della Provincia di Rovigo. Nel Veneziano, la situazione più difficile al Cavallino, dove il nubifragio ha investito un'area a forte concentrazione di campeggi e villaggi vacanze. Le squadre stanno operando sulla zona litoranea del rodigino in particolar modo a Taglio di Po, Albarella e Rosolina e Porto Viro dove si sono verificate le maggiori criticità per i danni della tromba d'aria. Sono centinaia gli alberi abbattuti e numerose le auto schiacciate.

Il maltempo si è fatto sentire anche a Jesolo dove alcuni alberi sono caduti sopra le auto. Qui un'altra tromba d'aria e la paura che una persona fosse dispera ad Albarella. Il maltempo non ha risparmiato nemmeno l'Emilia Romagna. Anche in questo caso sono cadute piante e rami. A San Donà di Piave il vento ha causato la rottura di alcune finestre poste al 5 piano del presidio A Portogruaro caduto un grosso albero nei pressi del pronto soccorso A Jesolo e Portogruaro il personale dell'azienda sanitaria, con il coordinamento dei servizi tecnici dell'Ulss4, è immediatamente intervenuto per liberare dalle ramaglie le vie di accesso e di uscita ai mezzi di soccorso.

Ma ad essere stato colpito in maniera molto forte è stato Veneto, specialmente sul litorale.

La violenza del vento ha abbattuto anche le linee telefoniche e sradicato i pali elettrici. Le 15 autoambulanze della centrale operativa di Urgenza ed Emergenza dell'Ulss 4 stanno facendo la spola tra i campeggi per soccorrere i feriti e l'elicottero del Suem sta monitorando dall'alto: tre imbarcazioni che hanno lanciato la richiesta di aiuto alla Guardia Costiera risultano disperse. Anche il sindaco di Venezia e della città metropolitana, Luigi Brugnaro, ha detto che una volta contabilizzati i danni, in accordo con Zaia, sarà chiesto lo stato di calamità naturale. Lungo via Fausta auto rovesciate, alberi divelti, bungalow e strutture mobili a pezzi, serre devastate. Le prime testimonianze sostengono che l'uomo, che camminava su un molo, sia stato inghiottito da un'onda. Un fulmine si è abbattuto sulla chiesa di San Zulian, a pochi passi da San Marco. La circolazione ferroviaria è stata interrotta per il maltempo tra le stazioni di S. Stino di Livenza e Portogruaro sulla linea Venezia-Trieste. A Venezia la furia del vento ha divelto una vecchia edicola. Lo riferisce Trenitalia. Alcuni treni diretti verso il capoluogo giuliano stanno accumulando ritardi che arrivano a 30 minuti.

Altre Notizie