Domenica, 19 Novembre, 2017

Hellblade: Senua's Sacrifice non include un sistema di Permadeath

Hellblade: Senua's Sacrifice: disponibile un nuovo video Hellblade: Senua's Sacrifice, questo video mette a confronto le prestazioni grafiche su PS4 e PS4 Pro
Carmela Zoppi | 11 Agosto, 2017, 08:33

Durante la giornata di ieri sono circolate diverse voci circa la natura punitiva di Hellblade: Senua's Sacrifice. In caso voleste preservare la vostra personale esperienza di gioco, vi consigliamo di interrompere qui la lettura.

Hellblade: Senua's Sacrifice è disponibile a partire da oggi su PC e PlayStation 4 e verrà distribuito con un prezzo di €29,99. Ora, siccome queste meccanica è legata alla narrazione del gioco, per spiegarvela dovrò necessariamente inserire un'anticipazione, uno spoiler, sulle sue fasi iniziali. Si parte con la prima morte, inflitta quasi all'inizio del gioco, che si conclude con la mano della protagonista che viene inghiottita da dei tentacoli neri che danno vita ad una corruzione del braccio che aumenta ad ogni morte, e che una volta raggiunto il cervello avrebbe ucciso una volta per tutte Senua. Questo dettaglio è specificato in-game dal gioco stesso.

Questo ha portato a credere che il gioco includesse un sistema di Permadeath.

Il giocatore si trova a vestire i panni di Senua, una giovane ragazza che intraprende un pericoloso e possibilmente letale viaggio attraverso il regno di Hel, il quale, secondo le leggende, ospita gli spiriti di coloro che sono deceduti ed è governato dalla temibile figlia di Loki, il cui nome è omonimo del regno di cui è a capo, ovvero Hel, costretta dall'onnipotente Odino ad occuparsi delle anime dei morti.

Altre Notizie