Venerdì, 24 Novembre, 2017

Neymar presentato ai tifosi: "Parigi è magica, ici c'est Paris".

Neymar il Psg paga la clausola la Liga non la accetta Calcio, Neymar al Psg, i suoi legali pagano 222 milioni euro
Remigio Civitarese | 07 Agosto, 2017, 02:05

Ho bisogno del vostro aiuto. Ad attenderlo, sul palco d'onore in mezzo al terreno di gioco, il presidente del Psg Nasser Al-Khelaifi che lo ha accolto con queste parole: "Non succede tutti i giorni di svegliarsi con una stella così grande". Ciò è inevitabilmente dovuto al fatto che il calcio, essendo nella sua semplicità uno degli sport che più appassiona, come noi tutti ben sappiamo, è un prodotto che si vende a milioni, se non a miliardi, di clienti, e ha un mercato che è in continua espansione, con sempre più culture e persone che scoprono questo fantastico sport e ci si appassionano. "Sono venuto a Parigi per scrivere la storia". "Sono qui per fare la storia - ha detto Neymar -, per vincere tutto insieme a voi". Di sicuro i tifosi che accorreranno al Parco dei Principi non si faranno scrupoli riguardo il costo di Neymar: sarà una grande giornata di festa per un club che sembrava aver compiuto il grande salto quest'anno col 4-0 al Barcellona in Champions, che i blaugrana hanno però ribaltato con il 6-1 del ritorno, segnato però da grandissime polemiche arbitrali, con i francesi che hanno lamentato decisioni che sono costate l'eliminazione al PSG. "Parigi è magica, ici c'est Paris". Sono molto orgoglioso, sognavo di far parte di questa sfida. Nella capitale francese è infatti già scoppiata la Neymar mania e dopo appena un giorno lo sceicco qatariota ha già incassato circa 1,4 milioni. "Parigi è magica", ha detto in portoghese. Per festeggiare Neymar, il pubblico ha anche intonato una famosa canzone brasiliana, "Aquarela do Brasil".

Esordio in campionato del Paris Saint-Germain, ma soprattutto Neymar day. In campo, con il neopromosso Amiens, il Psg non ha sentito comunque la sua mancanza, imponendosi senza patemi grazie alle reti di Cavani nel primo tempo e Pastore - che ha ceduto la sua maglia n.10 al nuovo arrivato e ha giocato con la 27 - nella ripresa. Ma non importa, lui è già il "principe del Parco".

Altre Notizie