Venerdì, 24 Novembre, 2017

Appello per donare il sangue. "Ma a Biella non c'è emergenza"

Simbolo trasfusione sangue Attualità
Irmina Pasquarelli | 06 Agosto, 2017, 09:07

In occasione dei 20 anni dalla fondazione dell'Avis comunale di Corleone (Pa), verrà infatti inaugurato - alle ore 17 - il nuovo centro di raccolta fisso dell'Associazione.

Misurata soddisfazione quindi perché il periodo critico è ancora molto lungo: occorre un impegno costante per superare le difficoltà del mese di agosto e della prima quindicina di settembre; come avverte giustamente il Direttore del Servizio Trasfusionale dell'ASP 7, il Dott. In questo senso rinnovo l'invito ai donatori a programmare, oltre le proprie meritate ferie, anche la donazione presso le varie sedi Avis: "i pazienti hanno bisogno di tutti noi!"

Non fa eccezione il 2017.

Le donazioni in Umbria rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, si riducono, siamo quasi a meno quattrocento.

Particolarmente complessa è risultata la situazione della ASL di Chieti dove, a causa degli elevati consumi del Policlinico S. Annunziata e della complessità della rete ospedaliera pubblica e privata aziendale, è stato più difficile garantire l'equilibrio tra produzione e consumi. Giugno e luglio sono stati caratterizzati da carenza cronica di sangue in molte regioni, mettendo a rischio le terapie salvavita e interventi chirurgici programmati e in emergenza.

L'Avis regionale Umbria si impegna per garantire l'autosufficienza regionale. I sit in di Perugia e Terni perdono decine di sacche di sangue al giorno e la chiusura dei tanti punti raccolta ha pregiudicato l'autosufficienza regionale di sangue.

Non è semplice spiegare le ragioni del calo delle donazioni che stanno avvenendo nella Regione Abruzzo, così come nella maggioranza delle regioni italiane, con effetti preoccupanti sulla tenuta del sistema trasfusionale e sulla garanzia dei livelli di assistenza in medicina trasfusionale.

Pertanto, si invitano tutti i donatori a mettersi a disposizione delle unità di raccolta o dei Sit per compiere un gesto di volontarietà e solidarietà umana e dove è possibile si raccomanda alle nostre sedi di proseguire ed intensificare l'attività di programmazione delle donazioni.

Altre Notizie