Martedì, 26 Settembre, 2017

Verona, Cassano dice la sua: "Nessun feeling. Se mi volete, chiamatemi"

Giordano Ascoli Bruno Giordano con la maglia dell’Ascoli nel 1991
Irmina Pasquarelli | 01 Agosto, 2017, 11:15

Antonio Cassano al Genoa? "Sei il più forte". Carolina è li vicino e richiama i due bimbi, "dai, andiamo al mare". Ma come contattare Cassano?

Firma per il Verona, poi va via, poi non va via, poi va via.

"La vita è fatta di scelte, si può farne una che si ritiene giusta e poi ripensarci". È successo miliardi di volte nel mondo.

Nella scorsa stagione è avvenuto l'importante passaggio al Mezzolara in cui ha iniziato con la Juniores Nazionale di mister Daniele Bortolotti segnando anche alcune reti, ma da ottobre 2016 le sue qualità hanno colpito anche mister Alberti Rossano della prima squadra che lo ha voluto con sè durante la settimana, convocandolo in otto occasioni in campionato.

Nella mia vita di c*****e ne ho fatte tante, ma non sono scemo. E soprattutto sono sempre stato coerente. "L'importante è divertirmi - ha fatto sapere l'attaccante pugliese - a Verona non è scattata la scintilla e ho preferito cambiare aria". Ho sentito subito che non andava. E allora l'ho detto al presidente Setti, al ds Fusco e all'allenatore Pecchia. Ho pensato fosse meglio interrompere, anziché trascinare la cosa'.

Ma la storia del "mi ritiro"? .

Ci tiene a precisare di non aver "mai parlato di ritiro": E sfido chiunque a dire il contrario. Poi sono state scritte altre cose, ma la verità è questa. "Infatti al momento della rescissione mi hanno proposto di inserire la clausola di risarcimento, nel caso trovassi un'altra squadra". "E io ho accettato". Come si definisce una scintilla? La nostalgia di casa non c'entra. "Mia moglie si è detta comunque disposta a seguirmi ovunque".

Telefonate particolari dopo la rescissione? . Il mio numero ce l'hanno in pochi: Milito, Materazzi, Insigne. Come ho sempre fatto in 18 anni di carriera. Corro un'ora e venti tra Priaruggia e Nervi.

"Il pallone mi serve poco". Ma la notte ho riflettuto. Il rapporto con Gozzi è ottimo.

"Conosco Enrico e Fabrizio Preziosi e l'aveva già detto, non è una novità di oggi".

Le persone che incontra per strada che le dicono? . L'opzione di rimanere a casa però ha una corsia preferenziale, anche perché "Nessuno qui mi ha hai mai insultato o disturbato, anzi". Genova è bella, si sta bene, la gente è serena. Sampdoria? In questo momento della mia carriera mi sarebbe piaciuto essere allenato da Giampaolo. Per il resto, dipende dalle ambizioni: "se ne hanno, devono comprare 4-5 rinforzi". Dunque sarebbe serie B per Cassano che però vuole fortemente ritornare all'attività agonistica. Chiama direttamente me o qualcuno che mi conosce. Data limite? Settembre, altrimenti resto a casa.

Altre Notizie