Lunedi, 24 Luglio, 2017

Milano aderisce alla confederazione "Wifi italia it"

Wifi, in tutta Italia con una sola app (sperando che sia ben fatta) WiFi Italia, da Bari a Trento l'app per navigare gratis | www
Rufina Vignone | 18 Luglio, 2017, 00:45

I point d'accesso per la rete wifi nazionale libera e gratuita sono infatti intensificati nelle zone di maggior affluenza turistica per permettere ai turisti di godere al meglio la città in cui si trovano senza perdersi nulla delle bellezze del posto. Il progetto è partito come realizzazione di quanto stabilito nel 2016 con la firma del protocollo "per la diffusione di piattaforme intelligenti al servizio del turista sul territorio italiano" fra Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero dei Beni e le Attività Culturali e l'Agenzia per l'Italia Digitale.

Per fare ciò, assieme a Mibact e Agid, il Mise, come spiegato dal sottosegretario alle Comunicazioni Antonello Giacomelli, che insieme al ministro dei Beni Culturali e del Turismo, Dario Franceschini ha illustrato il progetto, ha dato il via ad un processo che consentirà innanzitutto di "federare tutte le reti pubbliche e private per avere un unico e semplice sistema di accesso al Wi-Fi a disposizione di cittadini e turisti". "Per superare il sovraffollamento delle grandi città WiFi Italia è uno straordinario strumento di reindirizzo dei flussi".

L'applicazione è disponibile presso l'iTunes App Store di Apple per i dispositivi iOS al seguente link e sul Play Store di Google per i dispositivi Android a questo link.

Infine è importante condividere meno dati possibile quando si è connessi ad internet con un wi-fi pubblico, perché si è più facile preda di hacker e altre conseguenze spiacevoli anche gravi.

L'iniziativa è stata intrapresa non solo per i cittadini, ma anche per incentivare il turismo. Per la prima volta, un servizio simile è stato sviluppato da un Paese e non da un colosso del web. L'accesso alla rete avverrà in modalità automatica e trasparente al cittadino: cioè senza che questi si debba nuovamente autenticare. Il Comune di Milano ha attivato la sperimentazione intervenendo sulla configurazione dei propri sistemi di autenticazione e sulla realizzazione di un sistema di collegamento al sistema centralizzato tramite un proxy Radius instaurando un collegamento protetto per preservare la riservatezza dei dati di autenticazione. Grazie all'app sarà inoltre possibile usufruire di servizi centralizzati o locali quali informazioni, servizi di acquisito biglietti e/o consultazione di contenuti, ecc. Nel frattempo, il sito Wifi.Italia.lt serve da catalizzatore per attrarre nuove collaborazioni di soggetti pubblici e privati.

Altre Notizie