Martedì, 26 Settembre, 2017

Stato islamico, i curdi: "Abu Bakr al Baghdadi è ancora vivo"

Abu Bakr al Baghdadi Abu Bakr al Baghdadi +CLICCA PER INGRANDIRE
Rufina Vignone | 17 Luglio, 2017, 20:28

Nessun dettaglio sulla morte del leader è stato divulgato. Warda al Jassem ha deciso di tornare a casa a Raqqa, in Siria, sfidando la paura, per innaffiare le piante di vite che sono nel piccolo giardino dell'abitazione che ha dovuto lasciare il mese scorso per l'offensiva dell'alleanza di combattenti arabi e curdi siriani sostenuta dagli Stati Uniti contro le truppe dell'Isis. E mentre i russi sostengono l'ipotesi della morte, Washington rimane cauta senza sostanzialmente confermare né smentire. Hanno rubato quello che hanno potuto il resto lo hanno danneggiato.

La prima è la tv satellitare irachena al Sumaria, secondo cui l'Isis stesso avrebbe ammesso in un comunicato l'uccisione del capo (ma non vi è mai stata conferma diretta come è sempre avvenuto in passato).

Il successore di Abu Bakr al-Baghdadi alla guida dell'organizzazione terroristica Stato islamico (Isis) sarà Jalaluddin al-Tunisi, attuale leader Isis in Libia.

"Siamo convinti e sicuri al 99% che al Baghdadi sia vivo e vegeto". Oggi invece le notizie che arrivano sia dai servizi segreti iracheni che da quelli dei curdi siriani sono di segno opposto. Che al Baghdadi si nascondesse in un sobborgo di Raqqa lo aveva dichiarato il responsabile della gestione delle informazioni e lotta al terrorismo del ministero degli Interni iracheno Abu Ali al Basri. "Baghdadi è vivo. Abbiamo informazioni che è vivo". I funzionari americani dicono di non sapere se è morto o vivo.

Altre Notizie