Martedì, 26 Settembre, 2017

Prosegue l'allarme tonno: noto marchio ritirato per istamina

Sicurezza alimentare il ministero della salute ritira il tonno all'olio di girasole Algarve Non mangiate quel tonno in scatoletta: è a rischio chimico
Irmina Pasquarelli | 17 Luglio, 2017, 19:20

La nota del Ministero parla di "cessazione immediata della vendita al pubblico del lotto di produzione L1588C" per la presenza di "instamina" all'interno del prodotto.

L'istamina è un composto azotato ampiamente diffuso nell'organismo, dove ricopre un ruolo di primo piano nelle risposte infiammatorie ed allergiche, nella secrezione gastrica ed in alcune attività cerebrali e può causare reazioni allergiche anche gravi. Mentre il Ministero della #salute ha diramato l'avviso attraverso il suo portale internet dedicato alle allerte alimentari.

Il Ministero della Salute avverte di non mangiare tonno all'olio di girasole Algarve del marchio Tribeka srl, confezionato da Cofisa, Conservas de Pexie da Figueria.

L'istamina è una sostanza tossica. Si tratta pertanto di un indicatore di cattiva conservazione che può provocare la cosiddetta sindrome sgombroide. Viene riportata con frequenza massima in relazione alle specie ittiche a carne rossa, che appartengono appunto alle famiglie Scombridae, come il tonno, il tonno pinna gialla, il tonnetto striato, lo sgombro, la lampuga, sardine, aringhe, cheppie e acciughe.

I sintomi caratteristici della sindrome sgombroide compaiono, in genere, dopo aver consumato circa 500 milligrammi per chilogrammo di tonno o altro pesce azzurro contaminato e sono caratterizzati da: arrossamento della pelle, cefalea, bruciore orale, dolori addominali, crampi, diarrea, palpitazioni.

Altre Notizie