Domenica, 19 Novembre, 2017

Addio all'iraniana Maryam Mirzakhani, prima donna "Nobel" per la matematica

Maryam Mirzakhani unica donna e prima iraniana a vincere il Fields Medal per la matematica è morta a 40 anni per un cancro al seno Maryam Mirzakhani, morta a 40 anni la prima donna vincitrice del “Nobel per la matematica”
Carmela Zoppi | 17 Luglio, 2017, 13:51

Maryam Mirzakhani, la prima donna, nonché la prima iraniana, ad aggiudicarsi la medaglia Fields, l'equivalente del premio Nobel per la matematica, è morta ieri all'età di 40 anni a causa di un tumore al seno metastatico, che si era diffuso alle ossa e, poche settimane fa, al midollo osseo. Lo rende noto la BBC. Questo prestigioso riconoscimento, considerato il Nobel della matematica per l'importanza che riveste in quest'area scientifica, viene assegnato annualmente dal Fields Institute di Toronto, Canada. Venne premiata per gli studi sulla "dinamica e la geometria delle superfici di Riemann, e i loro moduli spaces" in particolare sulla comprensione della simmetria di superfici curve, come sfere, superfici toroidali e di oggetti iperbolici: lavoro il suo che trova implicazioni per la fisica e la teoria quantistica dei campi.

Cresciuta nell'Iran post-rivoluzione khomeinista - era nata nel 1977 - Mirzakhani si era già distinta in gioventù vincendo due medaglie d'oro alle Olimpiadi della matematica. Nel 2004 aveva ottenuto un dottorato di ricerca ad Harvard e poi aveva iniziato ad insegnare a Stanford. Una carriera brillante quella della giovane matematica.

Un riconoscimento importante per un matematico, e un grande successo scientifico per il proprio paese. Un grande trionfo per una ragazza iraniana. La dipartita della quarantenne ha sconvolto anche il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif, secondo cui il decesso di Maryam ha provocato un forte dolore a tutti gli iraniani. La stessa cattedra che aveva ricoperto dal 2008 all'università di Stanford. Insomma, la Mirzakhani è stato un vero esempio per milioni di donne che, altrimenti, non si sarebbero mai accostate alla disciplina che, per secoli, è stata appannaggio degli uomini.

Maryam Mirzakhani non era però solo una professoressa di matematica, ma anche una moglie e una madre amorevole: la donna, infatti, aveva avuto una figlia con il compagno Jan Vondrák - scienziato anche lui - nel 2011.

Altre Notizie