Martedì, 25 Luglio, 2017

Tour, 13ma tappa al francese Barguil

Chiudi

   Apri Chiudi Apri
Elettra Stolfi | 16 Luglio, 2017, 03:56

"19" su Froome non sono pochi ma nemmeno tantissimi. I Marginal Gains che ritornano sotto a bomba: guai a darli per sepolti.

Tour de France 2017, tra Landa e Froome chi comanda?

Per l'edizione 2017 del Tour, gli organizzatori hanno puntato davvero in alto mettendo in atto numerose novità rispetto alle edizioni precedenti. "Siamo 4 ciclisti in mneo di 40".

La corsa è iniziata con una fuga di Hollenstein (Katusha), De Gendt (Lotto Soudal), Voeckler (Direct Energie), Roosen (Lotto Jumbo) e Bouet (Fortuneo). Il plotone, guidato soprattutto dalla BMC e dal Team Sunweb, ha gestito il ritardo lasciando la fuga nell'ordine dei 3-4 minuti di vantaggio.

Il primo scenario del duello, senza scordarsi di Bardet e Uran (i quattro contendenti al titolo sono racchiusi in soli 29 secondi), sarà il leggendario Galibier. Tappa difficile, nervosa. Si parte in salita. Prima di tutto ciò, il traguardo volante di Rabastens, con Kittel che si mette dietro Matthews, ed il ritiro di Fabio Felline, l'ombra del bel corridore visto in primavera. "I due spagnolo scollinano al Col d'Agnes con poco più di 2" dagli altri big. Domani tredicesima frazione, la Saint-Girons-Foix di 101 km."Nella vita bisogna sempre provarci!" Si fissa un obiettivo e fino a quando non lo raggiunge non si dà pace.

La preparazione della volata è frenetica, con la strada in discesa e la Quick Step che prende le redini del gioco. A quel punto è troppo tardi per Aru, che in parte imbottigliato e in parte in difficoltà perde le ruote dei primi. Chris Froome ne ha così approfittato riprendendosi la maglia di leader della classifica generale grazie a una ventina di secondi recuperati sull'italiano proprio nell'ultima asperità della tappa.

Matthews e Van Avermaet 5,00; Gilbert 10,00; Boasson Hagen, Bettiol e Martin 15,00; Colbrelli, Kueng e Degenkolb 20,00; altri corridori in lista oltre quota 25,00. Il madrileno della Trek si piazza terzo, davanti a Quintana secondo. L'unico a resistere è Thomas De Gendt che rimane in testa con poco più di 1' di vantaggio sul gruppo, anche se l'azione del belga verrà neutralizzata ai -13.

Altre Notizie