Martedì, 25 Luglio, 2017

Bonus asilo nido da 1000 euro: al via le domande

Bonus asilo nido 2017, Travicelli: “Dal 17 luglio via alle domande ad Assisi” Ape Social e Pensione Anticipata: chiarimenti dall'INPS
Remigio Civitarese | 15 Luglio, 2017, 09:15

"L'INPS ha reso pubbliche le disposizioni per usufruire del bonus asilo nido 2017 destinato a famiglie con bimbi nati o adottati dal primo gennaio 2016 - spiega Travicelli - ed è relativo alle rette per la frequenza di asili nido pubblici e privati, per bimbi fino ai tre anni". A partire dalle 10 di lunedì 17 luglio sarà attivo il servizio online per richiedere l'agevolazione che prevede un buono annuo di mille euro corrisposto in 11 mensilità.

Con riferimento alla valutazione dello stato di disoccupazione, a seguito della "cessazione del rapporto di lavoro per licenziamento, anche collettivo, dimissioni per giusta causa, risoluzione consensuale nell'ambito della procedura di cui all'articolo 7 della legge 15 luglio 1966, n. 604 ed aver concluso, da almeno tre mesi, di godere della prestazione per la disoccupazione spettante", INPS ha chiarito che non preclude l'accesso ai benefici in parola l'eventuale sospensione della prestazione per la disoccupazione fermo restando, in ogni caso, che al momento della domanda di riconoscimento delle condizioni per l'accesso, il richiedente abbia concluso di fruire integralmente della prestazione per la disoccupazione spettante.

Per quanto riguarda le modalità di richiesta, oltre al già citato sito di Previdenza Sociale, sarà possibile rivolgersi di persona a un patronato, oppure chiamare il Contact Center al numero verde gratuito 803.164 o allo 06.164.164.

- oppure in favore dei bambini al di sotto dei tre anni, impossibilitati a frequentare gli asili nido in quanto affetti da gravi patologie croniche, per i quali le famiglie si avvalgono di servizi assistenziali domiciliari (contributo per introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione). I pagamenti dei mesi successivi, invece, avranno cadenza mensile. In questo caso è necessario presentare l'adeguata documentazione. A differenza di altri assegni familiari, come il bonus bebè, la carta maternità o il bonus baby sitter, i 1000 euro in questione potranno essere elargiti a prescindere dal proprio reddito familiare: le possibilità, dunque, saranno aperte a una range molto vasto di richiedenti, che dovranno affrettarsi a farne domanda visto che la copertura, per quest'anno, corrisponde a 144 milioni di euro totali. Per ulteriori informazioni consultare il sito ufficiale dell'Inps. Il beneficio spetta ai genitori di bambini residenti in Italia - spiega l'Assessore in una nota - cittadini italiani o comunitari, o in possesso del permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo ovvero di una delle carte di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini dell'Unione Europea.

Altre Notizie