Domenica, 17 Dicembre, 2017

Precompilata 2017 online, per il modello 730 mancano quattordici giorni al gong

Fisco, è boom precompilata 2017. Già 2 milioni di fai da te Boom delle dichiarazioni dei redditi online precompilate
Remigio Civitarese | 12 Luglio, 2017, 12:25

Dal 24 luglio gli intermediari, che riceveranno segnalazioni di irregolarità nella presentazione delle dichiarazioni fiscali relative all'anno 2013, potranno usare il portale "In.Te.S.A." per fornire chiarimenti ed elementi relativi ai casi segnalati, di norma, entro 30 giorni dalla richiesta e si potranno allegare anche la documentazione necessaria.

La pubblicazione prende spunto dalla circolare n. 7/E del 4 aprile 2017, realizzata dall'Agenzia delle Entrate insieme alla Consulta nazionale dei Caf, che fornisce istruzioni e chiarimenti per compilare correttamente la dichiarazione dei redditi e per l'apposizione del visto di conformità da parte dei Centri di assistenza fiscale e dei professionisti abilitati.

Per la trasmissione al fisco della dichiarazione dei redditi 2017 precompilata online, attraverso il modello 730, mancano oramai solo due settimane al gong. "Al 10 luglio sono stati già trasmessi autonomamente dai cittadini circa 2 milioni di dichiarazioni 730 e circa 100 mila modelli Redditi PF, in pratica la vecchia dichiarazione Unico per le persone fisiche". La dichiarazione precompilata, insomma, ha fatto breccia nel cuore degli italiani. "Sempre più contribuenti - spiega l'Agenzia delle Entrate nel diffondere i dati - scelgono di gestire da soli l'appuntamento annuale con il fisco, anche grazie alla presenza di tutte le spese sanitarie nei modelli predisposti dall'Agenzia".

Tra le novità più rilevanti di quest'anno c'è la possibilità di consultare e se necessario "correggere" la precompilata 2016 purché sia stata inviata tramite l'applicazione web.

L'Agenzia delle Entrate, nel comunicare questi dati, ha infatti ricordato che accettando e inviando il 730 precompilato senza modifiche o con modifiche che non incidono sulla determinazione del reddito o dell'imposta, il cittadino non sarà sottoposto ad alcun controllo formale sui documenti relativi alle spese riportate nella dichiarazione. A questo si aggiunge il beneficio del modello 730, che consente di ottenere il rimborso dell'imposta o di effettuare i pagamenti subito in busta paga o nella rata di pensione, senza ulteriori passaggi burocratici.

I contribuenti che hanno dei dubbi sulla dichiarazione precompilata possono rivolgersi a uno dei tanti canali di assistenza messi a disposizione dall'Agenzia delle Entrate.

Altre Notizie