Martedì, 26 Settembre, 2017

Banca Generali in rosso

Remigio Civitarese | 11 Luglio, 2017, 23:35

Banca Generali ha comunicato che nel primo semestre del 2017 ha registrato una raccolta di 3,82 miliardi di euro, con un progresso del 31% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Tornando ai dati di giugno, come precisa una nota della banca, la raccolta del mese ancora una volta si è indirizzata verso prodotti di risparmio gestito e assicurativo (621 milioni dopo 701 milioni a maggio), con un risultato cumulato da gennaio di 3,4 miliardi (+102% su base annuale), che equivale al 90% del totale dei nuovi flussi.

Acquisizioni all'estero o in Italia, a patto che "il prezzo sia giusto": così il ceo di Banca Generali, Gian Maria Mossa, a margine del Mifid Day di Londra ha descritto i progetti dell'istituto, che sarebbe particolarmente interessato alle banche o asset manager 'boutique'. Riviste al rialzo, dunque, le attese di raccolta netta per il 2017 a 5-5,5 miliardi di euro, uno in più rispetto alla stima precedente. Le masse gestite e amministrate per conto della clientela al 30 giugno 2017 sono stimate dalla società a 52 miliardi di euro complessivi, con un rialzo del 9,5% da inizio anno.

Le soluzioni "contenitore", finanziari e assicurativi, hanno attirato afflussi per 510 milioni di euro, oltrepassando quota 2,8 miliardi da inizio anno. La sostenibilità dei risultati - indica inoltre Banca Generali - risulta supportata dall'attenzione al contenimento dei costi operativi e a un'ulteriore riduzione dei costi legati alla crescita. Abbiamo allargato il concetto di Advisory a tutti gli ambiti patrimoniali, a partire dalle soluzioni gestite che rafforzano la diversificazione e la protezione dei portafogli, e abbiamo arricchito il valore della consulenza mettendo a disposizione delle famiglie servizi evoluti di wealth management e nell'analisi del rischio.

Altre Notizie