Martedì, 25 Luglio, 2017

Alternanza scuola lavoro: a chi spettano e come funzionano gli incentivi

Da oggi è alternanza scuola-lavoro quali bonus e per chi Alternanza scuola-lavoro: oltre 40 studenti al Politecnico in poco più di un mese
Remigio Civitarese | 11 Luglio, 2017, 20:27

Lo annuncia lo stesso Istituto, che ha pubblicato una circolare in cui spiega come funziona il nuovo esonero contributivo introdotto dall'ultima legge di bilancio.

In sostanza, l'agevolazione spetta ai datori di lavoro che nel 2017 e nel 2018 assumono a tempo indeterminato giovani che hanno svolto presso di loro attività di alternanza scuola-lavoro.

Tale nota è il risultato dilunghi confronti che ha portato al tassello finale che ritiene tale opportunità per gli studenti come con contributo studi che tende "a sviluppare competenze di tipo trasversale, oltre a quelle più specifiche legate alle discipline (...) imparare a leggere e a utilizzare altri codici, saper riconoscere regole e principi diversi, imparare ad orientarsi al di fuori del proprio ambiente umano e sociale utilizzando le mappe di una cultura altra esigono un impegno che va ben oltre quello richiesto dalla frequenza di un normale anno di studio", tale opportunità sarà inoltre utile per la futura carriera lavorativa degli studenti e anche per il loro bagaglio culturale.

Ci sono però delle condizioni. Innanzitutto, il contratto deve essere firmato entro sei mesi dal conseguimento del titolo di studio.

Alternanza scuola lavoro: a chi spettano gli incentivi?

Gli incentivi previsti per il post alternanza scuola lavoro prevedono l'esenzione totale contributiva per il datore di lavoro, entro il limite massimo di 3.250 euro annuali, per un periodo di 3 anni.

Lo sgravio contributivo è riconosciuto anche per l'assunzione a tempo indeterminato di studenti che hanno svolto l'apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, per il diploma di istruzione secondaria superiore, per il certificato di specializzazione tecnica superiore e per periodi di apprendistato di alta formazione e ricerca. Gli sgravi durano 36 mesi a partire dalla data di assunzione o trasformazione del rapporto.

- 4,3 milioni per il 2022.

- la tipologia oraria e l'eventuale percentuale. "Viceversa, le istanze relative alle assunzioni effettuate a decorrere dal giorno di rilascio del modulo telematico (11 luglio 2017) saranno elaborate in base all'ordine cronologico di presentazione dell'istanza".

In caso di accettazione della domanda l'azienda dovrà confermare la volontà di ricevere l'incentivo compilando un apposito modulo da inviare a seguito dall'assunzione del giovane.

Le agevolazioni, informa sempre l'INPS, sono attive da Luglio 2017.

Altre Notizie