Lunedi, 18 Giugno, 2018

Venafro. Celestino Valentino ucciso con la soda caustica da un'infermiera

Venafro. Celestino Valentino ucciso con la soda caustica da un'infermiera Venafro. Celestino Valentino ucciso con la soda caustica da un'infermiera
Rufina Vignone | 28 Giugno, 2017, 16:39

Un'infermiera di 45 anni, in servizio presso il polo ospedaliero, è stata arrestata dai Carabinieri a seguito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Isernia.

Celestino Valentino venne ricoverato all'inizio dell'anno scorso al Santissimo Rosario per un'ischemia cerebrale che gli rendeva impossibile ogni movimento. I sospetti andarono subito sull'infermiera 45enne che conosceva la vittima ma soprattutto conosceva la figlia di Valentino, anche lei infermiera. A un anno dai fatti i carabinieri hanno arrestato l'unica indagata: un'infermiera 45enne che lo avrebbe ucciso facendogli bere soda caustica.

Svolta nelle indagini per l'assassinio di un anziano in una corsia dell'ospedale di Venafro (Isernia). La soda caustica, infatti, è altamente corrosiva.

Secondo quanto appurato dagli inquirenti, la donna avrebbe u****o l'uomo per vendicarsi per essere trasferita dall'ospedale di Venafro (Isernia) in cui lavorava a quello di Isernia.

E' stato chiarito inoltre il movente di tale gesto spietato: un risentimento personale verso la figlia della vittima, anch'essa infermiera, provocato dal mancato trasferimento di questa - grazie alla legge 104 -. Tutti i particolari saranno svelati oggi alle 10:30 durante una conferenza stampa che si terrà in Procura. Il 77enne fu trasferito all'ospedale di Isernia dove morì alcuni giorni dopo. La famiglia Valentino tre mesi fa, con una lettera aperta, espresse rammarico perché il responsabile dell'atroce crimine non fosse stato ancora assicurato alla giustizia. Celestino Valentino ucciso con la soda caustica da un'infermiera Venafro.

Altre Notizie