Giovedi, 21 Giugno, 2018

Della Valle annuncia "Fiorentina in vendita"

La Fiorentina gli “stranieri” Della Valle e il papponismo bagnato in Arno Della Valle annuncia "Fiorentina in vendita"
Elettra Stolfi | 28 Giugno, 2017, 04:42

Quanto vale la Fiorentina? Ad annunciarlo è il club viola con una nota ufficiale: " La proprietà comunica di essere assolutamente disponibile, vista l'insoddisfazione di parte della tifoseria, a farsi da parte e mettere la Società a disposizione di chi voglia acquistarla per poterla poi gestire come ritiene più giusto fare". Più che un'offerta impossibile da rifiutare, un monito verrebbe da pensare. Ci si dovette inventare da zero la Florentia Viola, nuova società in tutto e per tutto, affidandola con una strana velocità (un club libero da debiti e con il diritto all'uso del Franchi avrebbe fatto gola a tanti) ai Della Valle, con partenza dalla C2. Poi il testo prosegue non nascondendo un pizzico di delusione nei confronti della piazza: il nostro è l'ennesimo atto di rispetto verso la città di #Firenze, se come si spera ci sarà un gruppo di "fiorentini veri", questi troveranno massima apertura, a patto che ci siano la serietà e la solidità per guidare una Società impegnativa come la #Fiorentina. Con tanto di epitaffio finale: coda di coccodrillo del miglior quotidiano possibile. Così come avviene per altre aziende cedute dall'Italia all'estero, anche il mondo del pallone sta prendendo una direzione che è sotto gli occhi di tutti. Dopo una stagione deludente e le contestazioni dei tifosi viola i Della Valle hanno deciso di lasciare la società che avevano rilevato dopo il fallimento nell'agosto del 2002. Per questo motivo devono essere interpretate come un messaggio trasversale alla comunità fiorentina: dal Comune ai tifosi. E proprio dalla vicenda Della Valle il mio compagno di vacanza prendeva lo spunto per giustificare una specie di invettiva: si lamentano sempre, ma nessuno esce allo scoperto per investire quattrini sulla Fiorentina. Che possa essere un nuovo corso? Che non hanno mai trovato sponda in una sfida vera. E chi si sopporta, in un modo o nell'altro, è destinato a lasciarsi.

Roberto Cavalli
Roberto Cavalli

Queste dichiarazioni, che arrivano dopo la critica di Cavalli alla società, sono frutto degli ultimi dissapori tra la tifoseria ed i due patron viola, Diego ed Andrea Della Valle. "Ma un po' d'amore, un attimo, un uomo semplice, una parola, un gesto, una poesia, mi basta per venir via".

Altre Notizie