Mercoledì, 20 Giugno, 2018

Ballottaggio, a Trapani in calo l'affluenza. Ecco negli altri Comuni

A sinistra Piero Savona e a destra Mimmo Fazio A sinistra Piero Savona e a destra Mimmo Fazio
Rufina Vignone | 28 Giugno, 2017, 06:24

La bassa affluenza alle urne, che si attesta al 26,75%%, 'sconfigge' così l'unico candidato in corsa per fare il sindaco, Piero Savona (Pd), la cui unica speranza era un'affluenza almeno del 50% e la conquista del 25% delle preferenze. Si tratta di Trapani, unico comune capoluogo coinvolto nella tornata elettorale, Sciacca, in provincia di Agrigento, Termini Imerese, nel Palermitano, Niscemi, in provincia di Caltanissetta, Floridia, nel Siracusano, e le due catanesi Palagonia e Scordia. Il 17 maggio, il senatore di Forza Italia ed ex sottosegretario Antonio D'Alì ha ricevuto dalla Dda di Palermo una richiesta di misura di prevenzione per obbligo di soggiorno che verrà discussa in tribunale a luglio. Così il candidato Dem, Pietro Savona (Pd) non è risultato vincitore, per così dire, di se stesso - dato che l'avversario invisibile erano proprio gli elettori. La città non ha né sindaco né consiglio comunale: decadono infatti anche i consiglieri eletti al primo turno.

Il ballottaggio spacciato per thriller andato in scena a Trapani è scivolato su un copione dall'esito scontato e senza colpi di scena.

Antonella Milazzo: "Nella surreale e difficilissima campagna elettorale di Trapani, i cittadini hanno scelto di non votare, rifiutando, di fatto, la proposta di Piero Savona". Devo dare atto, invece, alla Chiesa locale di avere percepito la gravità delle vicende trapanesi. Per un centrodestra sicuramente maggioritario a Trapani, sconfitta su tutti i fronti, da quello della immagine a quello elettorale, a quello della strategia politica.

Alle urne si sono recati 16.055 elettori. "A Trapani - ha detto Damiano - c'è un condizionamento evanescente, una sorta di condizionamento occulto". Resta ancora da chiarire definitivamente la questione relativa all'insediamento dei consiglieri comunali ovvero se il Commissario svolgerà anche le funzioni del consiglio. Mafia e massoneria? "Non lo so, mi dispiace che i trapanesi non siano profondamente responsabili, l'immagine che ho è quella di un paese che sta a guardare da dietro le persiane".

Altre Notizie