Martedì, 26 Settembre, 2017

Adesca in tre anni oltre 100 giovani calciatori, arrestato

Torino arrestato dirigente sportivo: chiedeva selfie scabrosi a minorenni adescati in chat Adescava minori in chat usando profili fake: 100 ragazzini nella rete di un direttore sportivo di calcio
Elvia Crecco | 27 Giugno, 2017, 23:28

L'uomo, attualmente agli arresti domiciliari, si serviva di falsi profili femminili (pare usasse a rotazione 4 profili diversi) per adescare le vittime, inducendole (spesso con successo) ad inviare scatti e video di tipo erotico.

L'indagine della polizia postale è avvenuta grazie alla denuncia di un calciatore allora 14enne agli investigatori: era stato stato adescato da una "coetanea" che col ricatto lo aveva poi costretto a inviare altro materiale con la minaccia della diffusione delle foto appena inviate.

Fingeva di essere una bella ragazza e così ha adescato oltre 100 giovani calciatori delle squadre giovanili del Cuneese e dell'Astigiano. La prima denunicia risale a due anni fa ma ben presto sono diventate decine e decine: tutti minorenni minacciati di veder pubblicati online le loro foto erotiche.

In altre situazioni il criminale proponeva invece un fantomatico "mènage à trois", salvo poi tirarsi apparentemente indietro in modo da proporre alle vittime di incontrare solo il suo fidanzato, cioè egli stesso.

Profili falsi per appagare le sue necessità perverse. Per fortuna non è avvenuto nessun contatto fisico tra l'uomo e i ragazzini. L'approccio andava in scena sui social: Facebook, Whatsapp, Kik, Telegram, e interessava sempre giovani calciatori, quella fetta di mondo con cui aveva a che fare quotidianamente.

Una volta identificato il 24enne, gli specialisti della Postale hanno effettuato tre perquisizioni nel suo appartamento, sequestrando diverso materiale pedopornografico.

Altre Notizie