Martedì, 26 Settembre, 2017

G7 Ambiente, gli Usa si sfilano sul clima

G7 Ambiente: sul tavolo il futuro del Pianeta Bologna, al via il G7 per l'ambiente. Galletti 'Clima a parte, accordo completo'
Elvia Crecco | 26 Giugno, 2017, 14:43

Il G7 Ambiente in corso a Bologna è un evento "climate neutral", cioè non aggraverà il bilancio delle emissioni di gas serra. Trump ha giustificato lo strappo sostenendo che l'accordo, così com'è, sarebbe stato un danno economico e occupazionale per gli Usa e si è detto pronto eventualmente a rinegoziarne uno nuovo, ma l'ipotesi è già stata esclusa da Germania, Francia e Italia. Però è stato "trovato l'accordo sulla finanza sostenibile, sull'economia circolare, sull'efficienza delle risorse approvando un'importante road map di Bologna, sui rifiuti marini e l'impegno per l'Africa", rileva il ministro. Gian Luca Galletti, assieme al sindaco di Bologna Virginio Merola, fa gli onori di casa al Savoia Hotel Regency dove, attorno a un tavolo adornato con un manto erboso, si sono radunati i vertici di Italia, Regno Unito, Francia, Germania, USA, Giappone e Canada. Un'assunzione di responsabilità che il ministro dell'Ambiente italiano sottolinea aggiungendo la necessità di saldare il debito ecologico che i Paesi industrializzati hanno nei confronti di quelli in via di sviluppo. Da una parte si registra l'uscita di scena, anche se ampiamente annunciata, del ministro dell'ambiente americano Scott Pruitt, a causa di un incontro programmato da tempo con Donald Trump. "In una quarta rivoluzione industriale, quella dell'economia circolare e dell'attuazione dell'Agenda 2030 e dell'Accordo di Parigi - ha spiegato - dobbiamo far si che i Ministeri dell' Ambiente siano parte attiva e integrante della politica economica". Mentre per la Gran Bretagna il capo delegazione e' Therese Coffey. Partecipano all'assise i due Commissari europei di riferimento: quello per l'ambiente, gli affari marittimi e la pesca, Karmenu Vella, e il Commissario per l'azione per il clima e l'energia, Miguel Arias Cañete. In particolare, aggiunge Pruitt, il consenso raggiunto oggi "rende chiaro che l'accordo di Parigi non è l'unico meccanismo per la gestione dell'ambiente" e dimostra anche che "il nostro impegno per le conversazioni oneste rappresentano la pietra angolare di un dialogo internazionale costruttivo". Lo ha detto la ministra dell'Ambiente canadese, Catherine McKenna, all'apertura del G7 dell'Ambiente a Bologna.

Ma non c'è dubbio che l'appuntamento sarà incentrato soprattutto su come mandare avanti gli accordi sul clima di Parigi dopo la defezione dell'amministrazione americana. E un risultato lo abbiamo ottenuto: continuiamo a dialogare e a individuare obiettivi comuni.

Ogni rapporto sentimentale è diverso dall'altro ma ci sono alcuni gesti ed emozioni che riguardano proprio tutti, piccole verità che accomunano ogni... "E anche nei momento difficili bisogna continuare a dialogare, anche da posizioni diverse", ha concluso il ministro.

Altre Notizie