Martedì, 25 Luglio, 2017

Comunali a Trapani, sfida contro il quorum: Savona unico candidato in corsa

Ballottaggio a Trapani Quorum Trapani sindaco Mimmo Fazio Piero Savona Trapani Politica Le “folli” elezioni di Trapani, città a rischio commissariamento
Elvia Crecco | 26 Giugno, 2017, 13:04

Come era facile prevedere i trapanesi hanno disertato le urne in questo turno di pseudo ballottaggio, dove a concorrere per la carica di sindaco c'era il solo Pietro Savona per la decisione di Mimmo Fazio di non presentare la squadra assessoriale. L'esponente del centrosinistra Piero Savona, chiamato a una missione impossibile dopo la rinuncia del candidato del centrodestra, Girolamo Fazio, non sarà dunque primo cittadino. Nei sette comuni siciliani interessati dal turno di ballottaggio alle elezioni amministrative alle ore 19 ha votato il 25,69% degli aventi diritto, con una flessione del 18,30% rispetto al primo turno. La scarsa affluenza ha mandato ko Piero Savona del Pd. Si tratta di Trapani, unico comune capoluogo coinvolto nella tornata elettorale, Sciacca, in provincia di Agrigento, Termini Imerese, nel Palermitano, Niscemi, in provincia di Caltanissetta, Floridia, nel Siracusano, e le due catanesi Palagonia e Scordia. "Il voto di domenica rappresenta un modo per liberarsi da un vecchio modo di fare politica, da certe oppressioni politiche che hanno gestito la città negli ultimi 20 anni". Savona, già consigliere provinciale, ha quindi sfidato il quorum. Il 17 maggio, il senatore di Forza Italia ed ex sottosegretario Antonio D'Alì ha ricevuto dalla Dda di Palermo una richiesta di misura di prevenzione per obbligo di soggiorno che verrà discussa in tribunale a luglio. D'Alì e ritengo che se Fazio non avesse gettato la spugna avremmo conseguito un ulteriore risultato straordinario. Nei prossimi giorni l'assessorato regionale agli Enti locali invierà a Trapani un funzionario che si sostituirà all'attività di sindaco e giunta. E a Trapani lo scenario non appare molto diverso da quello di Castelvetrano. "A Trapani - ha detto Damiano - c'è un qualcosa che determina o cerca di determinare le scelte, un condizionamento evanescente, con intralci che compaiono improvvisamente, una sorta di condizionamento occulto, fatti da approfondire".

Mafia e massoneria? "Non lo so, mi spiace per Trapani, ma ho l'immagine di un paese che guarda da dietro le persiane". Anche Savona non nasconde il ruolo esercitato da quelli che definisce "poteri forti"."I poteri forti di questa città quali interessi potevano avere alla mia elezione?".

Altre Notizie