Mercoledì, 18 Ottobre, 2017

Sciopero dei trasporti disagi nelle città

Sciopero generale trasporti link info e fasce orarie Sciopero italo e Trenitalia 15 e 16 giugno: orari della protesta e treni garantiti
Elvia Crecco | 20 Giugno, 2017, 07:56

Rischia di essere un venerdì nero per i trasporti: il 16 giugno, domani, è caratterizzato da una mobilitazione generale per l'intera giornata, indetta da alcuni sindacati autonomi e di base di treni, aerei, mezzi urbani. Agli scioperi a livello nazionale si aggiungono ulteriori proteste sul piano locale. "Noi abbiamo cercato di far ragionare, ma ci saranno difficoltà". Nell'azienda degli autobus del capoluogo, l'Amat, sono 230 su 1700 gli autisti che hanno incrociato le braccia.

Proprio oggi il ministro dei Trasporti Graziano Delrio è tornato sulla questione, dopo i gravi disagi subiti dai cittadini per lo sciopero nel settore trasporti di venerdì scorso.

Secondo quanto specificato sul sito di Trenitalia, le uniche regioni che non saranno interessate dallo sciopero sono Piemonte e Valle d'Aosta, mentre nelle altre saranno garantite delle fasce d'orario corrispondenti al "servizio essenziale". Trenitalia fa sapere che le Frecce circoleranno regolarmente. Garantito il collegamento tra Roma Termini e l'aeroporto di Fiumicino con il servizio "Leonardo Express" o con autobus sostitutivi. Per evitare disagi ai viaggiatori. Italo pubblica sul suo sito web la lista dei treni garantiti. La Compagnia è stata costretta a cancellare diversi voli nazionali e internazionali programmati per la giornata di venerdì 16 giugno, oltre ad alcuni collegamenti nella mattina del 17 giugno. Opereranno regolarmente invece i voli in programma nelle fasce di garanzia: dalle 7.00 alle 10.00 e dalle 18.00 alle 21.00.

TRASPORTO LOCALE. Disagi anche nel trasporto locale delle città. Anche per bus e tram corse ridotte e linee sospese. Lo comunica, in una nota, Agenzia per la Mobilità. Particolari disagi al traffico nel quadrante sud della Capitale a causa di alcuni incidenti. I lavoratori protestano contro la liberalizzazione nel settore dei trasporti e la recente abrogazione della legge 148 al Senato. "Parliamo di circa 120mila lavoratori in tutta Italia a cui viene tolta la salvaguardia delle clausole sociali, lasciando un vuoto che prepara il piatto ai privati e nessuna tutela ai lavoratori del comparto" ha spiegato Claudio De Francesco, della Faisa Confal. Siamo di fronte a una proliferazione degli scioperi perché una moltitudine di piccole sigle sindacali può proclamare l'invito all'astensione del lavoro. Così come a Napoli, dove la protesta indetta da sigle sindacali minori non ha coinvolto bus, funicolari e metro 1. Sciopero in corso, invece, sulla linea 2 del Metrò, gestita da Trenitalia.

A Torino, il trasporto pubblico funziona regolarmente. Uno Sciopero e' stato proclamato per il 6 luglio, durerà quattro ore e interesserà le autolinee extraurbane e le ferrovie Gtt.

"Lo sciopero di oggi nel settore dei trasporti è davvero un grande mistero".

Altre Notizie