Mercoledì, 18 Ottobre, 2017

Russiagate, indagato anche il genero di Trump Jared Kushner

Robert Mueller contro Donald Trump: il presidente indagato per ostruzione alla giustizia Russiagate, Kushner nel mirino di Muller
Rufina Vignone | 19 Giugno, 2017, 15:06

"Il procuratore speciale che sovrintende l'inchiesta sul ruolo della Russia nelle elezioni del 2016 interrogherà alti dirigenti dell'intelligence per capire se Donald Trump abbia tentato di ostruire la giustizia", scrive il quotidiano. "Non c'è nessuna indagine sul presidente". Secondo altri, invece, l'attacco sarebbe rivolto al vice ministro della Giustizia, Rod Rosenstein, firmatario di una controversa lettera in cui si raccomandava il licenziamento di James Comey.

E soprattutto dov'erano i grandi giornali e mezzi di comunicazione a stelle e strisce che oggi attaccano instancabilmente in modo unanime il nuovo Presidente Trump su una ipotesi assai zoppicante come quella appena illustrata chiedendone a gran voce l'impeachment quando alcuni anni fa altrettanto unanimemente difendevano a spada tratta l'allora presidente Clinton che aveva dichiarato di fronte al gran giurì di non aver avuto contatti sessuali con la studentessa Monica Lewinsky, stagista alla Casa Bianca nonostante vestiti macchiati di tracce organiche di Clinton stesso, registrazioni inequivocabili, sigari pacificamente riconosciuti come utilizzati dal Presidente nello Studio Ovale ma non per essere fumati? L'indagine è condotta dal procuratore speciale Robert Mueller. Ma è la prima volta che emerge come gli investigatori si stiano concentrando sulle operazioni finanziarie riconducibili a Kushner. Si scava anche sul fronte delle operazioni finanziarie compiute da altri fedelissimi di Trump, come l'ex consigliere per la sicurezza nazionale Michael Flynn e l'ex responsabile della campagna elettorale del tycoon Paul Manafort. Mueller starebbe indagando su Kushner, nell'ambito dei suoi affari avvenuti a seguito di incontri, nello scorso dicembre, con l'ambasciatore russo negli Usa, Sergei Kysliak, e con il banchiere russo Sergei Gorkov, presidente di Vnesheconombank, banca sottoposta a sanzioni americane. Vista l'aria che tira a preoccuparsi e' anche il vicepresidente Mike Pence, che ha deciso di assumere anche lui un legale privato che lo aiuti a gestire un suo eventuale coinvolgimento nel Russiagate.

Altre Notizie