Martedì, 27 Giugno, 2017

Project Scorpio ha un nome: Xbox One X, costerà €499

Digital Foundry Project Scorpio 98 Project Scorpio gioverà agli utenti PS4 Pro per Digital Foundry 1 ora fa Di Gianluca Musso News · Play Station 4 · Xbox One
Carmela Zoppi | 19 Giugno, 2017, 09:28

Così Phil Spencer, Head of Xbox, in una nota diramata da Microsoft: "Xbox permette agli sviluppatori di qualsiasi grandezza di creare diversi tipi di giochi per ogni tipo di giocatore".

Alcuni videogiochi classici per "Xbox One" tra cui Gears of War 4, Forza Horizon 3, Minecraft, Resident Evil 7, Final Fantasty 15, Tom Clancy's Ghost Recon Wildlands, Rocket League riceveranno degli update gratuiti per sfruttare al massimo la potenza della nuova console. Otto milioni di pixel, 7 miliardi di transistor per il più potente processore mai apparso su una console.

Abbiamo due console Xbox One S a 249 dollari e per fine anno Xbox One X, la console più potente di sempre.

Per quanto concerne la data di uscita, viene confermata la teoria: la console sarà disponibile in tutti gli store a partire dal prossimo 7 novembre, pronta a battagliare e ad essere protagonista dei mercati di Natale. È il messaggio uscito dalla conferenza tenuta dal colosso di Redmond a margine dell'E3 di quest'anno, dove il gruppo ha tolto i veli alla sua nuova console annunciata proprio all'E3 dell'anno scorso sotto il nome di Project Scorpio.

Cattive notizie per gli amanti della realtà virtuale che avevano intenzione di comprare in futuro la Xbox One X: la console in questione sarà sprovvista di titoli VR.

Numerose sono state le voci che hanno preceduto il debutto di questa nuova meraviglia tecnologica, riguardo ad una presunta compatibilità con la realtà virtuale.

Quello della Xbox One X al momento è fisso a 499,00 euro con hard disk da 1 T.

La PS4 Pro offre i giochi a 4K, ma con l'hardware più debole il risultato è ovviamente inferiore. Tra le altre caratteristiche, è stata confermata l'implementazione del Dolby Atmos e la riproduzione 4K UHD Blu-Ray. Sembra, inoltre, che l'interfaccia di sistema sarà praticamente la stessa che vediamo attualmente su Xbox One standard e Xbox One S: solo in seguito, probabilmente sarà pubblicato un aggiornamento per apportare eventuali modifiche al software esistente: ci aspettavamo una soluzione del genere, trattandosi di fatto Xbox One X di una console mid-generation, dunque costruita su una build di sistema già solida come quella dell'attuale console ammiraglia di Microsoft.

Altre Notizie