Martedì, 27 Giugno, 2017

Consip. Si sono dimessi Luigi Ferrara e Marialaura Ferrigno

Si dimettono i consiglieri della Consip, così il cda è ufficialmente decaduto Consip, Marroni accerchiato e annientato. Si dimettono Ferrara e Ferrigno, decade il cda. L'indagato Lotti resta al suo
Remigio Civitarese | 19 Giugno, 2017, 01:59

La procura avrebbe quindi deciso di iscriverlo nel registro degli indagati per aver fornito false informazioni.

L'accusa di Marroni "Luigi Ferrara mi ha notiziato di essere intercettato lui stesso e che anche la mia utenza era sotto controllo per averlo appreso direttamente dal Comandante Generale dei Carabinieri Tullio Del Sette; questa notizia l'ho appresa dal Ferrara non ricordo con precisione ma la notizia la colloco tra luglio e settembre 2016 e comunque non ad agosto in quanto ero in ferie". Era stato interrogato venerdì scorso.

Salta l'ad Luigi Marroni, uno dei protagonisti dell'inchiesta sulla centrale acquisti della Pubblica Amministrazione e "accusatore" del ministro Lotti sulla rivelazione del segreto d'ufficio.

Proprio ieri Ferrara è stato sentito come teste nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Roma, mentre il Pd ha chiesto con una mozione parlamentare il rinnovo "in tempi brevi" dal momento che "sulla Consip pendono sia un'inchiesta giudiziaria per accertare reati penalmente perseguibili che vedono coinvolti a vario titolo l'amministratore delegato e dirigenti della società, sia un'indagine della Corte dei Conti per irregolarità su alcuni incarichi concessi a legali esterni". Discutere o non discutere la nostra mozione dipende dunque soltanto da una decisione politica di chi l'ha sottoscritta. Il diretto interessato ha sempre respinto tutte le accuse a suo carico e si considera vittima di una ingiustizia.

9 su 10 da parte di 34 recensori Consip. Il caso Consip sarebbe così tornato in aula tre mesi dopo la mozione presentata dal Movimento 5 stelle per chiedere le dimissioni del ministro Luca Lotti.

Il Governo Gentiloni, e in particolare il ministero dell'Economia, avrebbe scelto di far saltare il Consiglio di amministrazione della società per garantire il buon nome dell'azienda.

Altre Notizie