Domenica, 25 Giugno, 2017

24 ore di Le Mans: Straordinario successo in rimonta della Porsche

Eurosport, tutta la 24 ore di Le Mans con Tom Kristensen La storia della Le Mans: Johnny Herbert ricorda la vittoria del 1991
Elettra Stolfi | 19 Giugno, 2017, 07:56

Sulla griglia di partenza saranno presenti leggende delle quattro ruote provenienti da tutto il mondo: Rubens Barrichello, Anthony Davidson, Giancarlo Fisichella, Sebastien Buemi e Bruno Senna sono solo cinque dei nomi confermati. La TS050 numero 7, guidata in gara dal terzetto composto dal giapponese insieme a Mike Conway e Stephane Sarrazin, partirà dalla prima posizione in griglia della 24 Ore di Le Mans che scatterà alle 15 di oggi (sabato 17 giugno). Nella notte Kamui Kobayashi è stato costretto a parcheggiare la sua vettura alle curve Porsche mentre pochi minuti dopo Nicolas Lapierre con la seconda vettura ha abbandonato a seguito di un contatto con una LMP2.

I primi scricchiolii arrivano al buio. Il neozelandese non ha nascosto che pensava che la sua gara fosse finita quando un problema tecnico ha relegato la sua 919 Hybrid ai box per oltre un'ora, ma la grinta con cui i ragazzi hanno lavorato per rimandare in pista lui, Timo Bernhard ed Earl Bamber gli ha dato una lezione molto importante. La vittoria è andata al DC Racing che ha visto le sue due vetture inframezzate da una Rebellion. Fosse successo 2-300 metri prima avrebbe potuto imboccare la via dei box invece deve percorrere 13 km e mezzo con la prima innestata a 60 km/h. In alternativa, anche in questo caso però bisogna essere abbonati o pagare la singola gara, ci si può collegare al sito www.fiawec.com dove trasmettono la diretta streaming in inglese.

" Non volevano cambiare pilota perché io stavo andando bene ma poi, così bene non stavo".

L'altra Porsche e la delusione di Toyoda.

Il sogno Toyota, al via con tre vetture (contro le due Porsche) è naufragato anche quest'anno. È intanto decima la Toyota #8 con Kazuki Nakajima.

"In GTEPro è arrivata la pole position dell' Aston Martin Vantage con il crono di 3'50" 837 fatto registrare da Turner. Il numero uno rossocrociato non ha dunque potuto difendere il titolo nella mitica corsa francese. Poco dopo la vettura numero 9 della casa nipponica è stata costretta al ritiro a causa di una collisione con una Manor LMP2, che ha provocato il taglio del pneumatico posteriore sinistro.

Altre Notizie