Martedì, 22 Agosto, 2017

Scontro tra Movimento 5 Stelle e La Repubblica

Salvini a M5S: a parole seguano i fatti Migranti a Roma, Salvini: “Il M5S passi dalle parole ai fatti”
Elvia Crecco | 18 Giugno, 2017, 22:29

"Se il direttore Calabresi invece lancia il sasso ma nasconde la mano, e si rifiuta di pubblicare la data precisa dell'incontro allora prenderemo atto del fatto che si sono inventati tutto di sana pianta e procederò alle vie legali, tramite la richiesta di costituzione di un Giurì d'onore o con una querela, per tutelare la mia onorabilità".

"La notizia riportata oggi da 'Repubblica' in cui si parla di un fantomatico incontro tra Davide Casaleggio e Matteo Salvini è destituita di ogni fondamento". Ora, in aggiunta, si crea un alone di mistero e di scandalo su "Casaleggio che incontra Salvini" (sottinteso: "ma solo perché Hitler è morto"). L'ingegner De Benedetti, poi, è presumibile che abbia di meglio da fare che inventarsi complotti e incontri segreti fra 5 stelle e Lega.

La sostanza di un'alleanza tanto negata a parole quanto confermata dai fatti si gioca sulla pelle degli italiani, oltre che su quella dei migranti e delle minoranze etniche, nel nome di un "patto della paura" che non fornisce alcuna soluzione concreta al bisogno di sicurezza dei cittadini ma scommette sulla moltiplicazione delle tensioni e del malcontento.

In questa isterica e fobica vita pubblica accade così che una cosa normalissima e quasi doverosa come l'incontrarsi tra politici (e che altro dovrebbero fare?) diventi se accaduto davvero uno scoop giornalistico. "I giornali ed i giornalisti che inventano notizie inesistenti mi fanno tenerezza". Se Nixon al posto di Bob Woodward e Carl Bernstein avesse trovato lei con le sue vaghe indicazioni che non provano nulla, sarebbe rimasto in sella ancora molti anni. Detto questo, però, non esclude né di vedere prima o poi Casaleggio né la possibilità di un'alleanza da declinare in futuro.

"Ha ricevuto una confidenza diretta da entrambi, Salvini e Di Maio". È vero che Repubblica non lo legge più nessuno, ma i suoi titoli ve li ritrovate in tutti quei tg e talk che hanno autori e direttori che ricopiano pedissequamente i giornali. Magari l'incontro non proprio quello e proprio lì, ma le ragioni per vedersi e parlarsi tra M5S e Lega ci sono di sicuro. "La fake news questa volta è più grande di lei". Per la prima volta M5S e Lega Nord si sono incontrati ai massimi livelli. La Fusani sosteneva che: non c'è motivo per dubitare di Repubblica (da cui fu allontanata per i suoi legami col Sisde); è molto più credibile un direttore che parla a Rainews24 che un Casaleggio che parla su Facebook; e i 5Stelle non possono credere a De Bortoli sulla telefonata della Boschi a Ghizzoni di Unicredit per salvare banca Etruria e smentire Repubblica sul summit Casaleggio-Salvini. In un successivo articolo Repubblica è tornata sulla conferma della notizia dando la propria versione. Gli altri partiti infatti, secondo le ultime intenzioni di voto, sono tutti dietro a Grillo & Di Maio: Pd al 27,4%, Lega Nord al 13,4% e Forza Italia 13,1%, leggermente in aumento dopo il buon risultato del centrodestra alle Comunali.

Altre Notizie