Вторник, 12 Декабря, 2017

Ius soli, i vescovi bacchettano Lega e M5S

Galantino assicura Mafiosi e corrotti non appartengono a Chiesa Ius soli, Galantino: c'è chi ha cambiato idea per il proprio interesse Salvini: M5S? finalmente buon senso
Elvia Crecco | 18 Июня, 2017, 21:18

Fuori e dentro le aule del Parlamento, lo Ius Soli continua a far discutere. "Un'indagine Demos dimostra che tre italiani su quattro sono favorevoli alla cittadinanza a chi è nato in Italia", ha aggiunto Galantino. "Ci sta che qualcuno sia contrario, ma vedo che c'è chi ha cambiato idea e ora fa politica unicamente per rincorrere il proprio successo, perché vuol fare solo il proprio interesse". Queste le sue parole, riportate dall'Ansa: "Siamo preoccupati per come si sta affrontando questo problema, persino con gazzarre ignobili in Aula".

Agenpress. Roberto Calderoli (Lega) risponde al segretario generale Cei, monsignor Galantino, sullo Ius Soli. Galantino sottolinea poi come non è questione di "appiccicare l'etichetta" 'italiano': "Bisogna assicurarsi - precisa - che essere cittadino italiano corrisponda a un sentire da italiano". "Sono cose così importanti sulle quali o ci si confronta o si affossa una realtà molto importante". "Non ho mai incontrato Di Maio e Casaleggio". "Cari vescovi, pensate agli italiani senza lavoro, casa e pensione dignitosa e lasciate che sia il Pd a pensare a coltivarsi il bacino elettorale degli immigrati..."

A difesa dei vescovi è intervenuto poi il presidente del Senato Pietro Grasso: "La Cei si è sempre distinta nella difesa dei deboli e non merita questi attacchi". Mentre per quanto riguarda i rapporti con la Lega in vista dei ballottaggi al secondo turno delle Comunali previsto per il domenica 25 giugno, Fico rispedisce la proposta di sostenere i candidati leghisti al mittente: "Salvini non deve permettersi di dirci cosa fare".

Altre Notizie