Venerdì, 21 Luglio, 2017

Incendio a Londra: gli italiani Gloria e Marco sono morti

Lo scheletro della Grenfell Tower Lo scheletro della Grenfell Tower
Zaira Scannapieco | 17 Giugno, 2017, 19:38

Stando a quanto riportato dai media britannici il modello non infiammabile dei pannelli utilizzati nella ristrutturazione costa appena 2 sterline al metro quadrato in più, 22 sterline, di quello applicato. E l'azienda Omnis Exteriors, che aveva fornito il composto di alluminio usato all'esterno dei 24 piani, ha riconosciuto che si trattava dell'opzione più economica.

Il dolore si accompagna ora alle polemiche, mentre la conta dei morti non è ancora definitiva e allo strazio si aggiunge la drammatica consapevolezza, che a tanti dei corpi rimasti intrappolati nell'inferno della Grenfell Tower di Londra, non si potrà mai dare un nome.

Poche e semplici parole, quelle di Papa Francesco, che con un messaggio ha voluto far sentire la sua vicinanza, nella fede, alla famiglia delle vittime dell'incendio della Grenfell Tower di Londra. Papa Francesco "affida le anime di coloro che sono morti alla misericordia amorevole del Signore e offre le sue solenne condoglianze alle loro famiglie".

I due fidanzati veneti abitavano al 23esimo piano, il penultimo dell'edificio di North Kensington: 120 appartamenti affittati a basso costo rispetto altre sistemazioni della city, per un totale di 600 persone residenti. Le loro speranze sono finite in un rogo che segna simbolicamente anche una battuta d'arresto psicologica nella grande corsa alla capitale del Regno Unito, non più solo immagine d'indipendenza e di opportunità, ma anche ombra d'incubi terribili. "Speriamo che il numero dei morti non sia a tre cifre", avevano detto le autorità. Ma a laurea conseguita, in Italia non era riuscita a trovare un lavoro che le consentisse di aiutare la famiglia, che sta attraversando un periodo difficile dal punto di vista finanziario.

Altre Notizie