Domenica, 27 Mag, 2018

Da giovedì addio roaming in Europa: ma solo per chi viaggia

Roaming Europa: da giovedì si potrà chiamare senza costi in Europa Fine extracosti roaming in Ue da giovedì
Elettra Stolfi | 15 Giugno, 2017, 10:57

Saranno aboliti infatti i sovrapprezzi per il roaming, un obiettivo fissato da tempo a livello Ue e raggiunto progressivamente. Quindi si potranno effettuare chiamate e mandare sms con le stesse tariffe che si hanno all'interno del territorio nazionale, senza correre il rischio di trovarsi addebitati in bolletta dei costi extra. La Ue, nonostante le resistenze dei gestori, alla fine è riuscita a far digerire loro l'applicazione del cosiddetto Roam Like At Home.

WIND - Dl 24 aprile scorso ha cominciato a permettere ai propri utenti di usare la propria offerta nazionale negli altri Pesi europei senza costi aggiuntivi, nell'ambito di viaggi occasionali e nel rispetto del limiti imposti dal regolamento Ue. Con qualche eccezione, per tutelare gli operatori. Via libera finale dunque all'accesso di film, tv, sport, musica, ebook e giochi online per cui si paga un abbonamento anche quando si è temporaneamente all'estero per vacanza, lavoro o studio. Quando si è all'estero e si riceve una chiamata, tutto come in patria: è gratis.

LE CHIAMATE ALL'ESTERO - Le nuove regole sul roaming non valgono per le chiamate fatte dal proprio paese di residenza verso l'estero.

In generale, per tutti gli operatori, dal 15 giugno telefonare, inviare sms e navigare su internet da uno qualsiasi dei 28 Paesi Ue (più, a seguire, Norvegia, Liechtenstein e Islanda, ma non in Svizzera) avverrà allo stesso prezzo che nel proprio, in base al piano tariffario o al costo previsto dalla scheda prepagata. "Ma le regole dovranno essere applicate rigidamente, chi non le rispetta sarà penalizzato" ha dichiarato il vicepresidente della Commissione Andrus Ansip. Gli operatori applicheranno una "politica dell'uso corretto" tramite un monitoraggio fatto su periodi di quattro mesi: trascorsi oltre due mesi all'estero, l'utente verrà contattato per chiarire la sua posizione. Se il comportamento dovesse persistere, l'operatore puo' iniziare ad applicare un leggero sovrapprezzo al consumo in roaming. Oggi, 15 giugno 2017 entra in vigore il roaming zero che permette a tutti i cittadini europei di poter comunicare all'interno di tutti i paesi membri come se si trovassero a casa.

E per chi non riuscirà a rimanere entro i limiti del proprio contratto? Per il traffico dati, il vero incubo si parlava di 5 cent per MB scaricato.

Una volta oltrepassato il confine dovrà essere comunque attivato il roaming dati dalle impostazioni in quanto non è ancora stato raggiunto un accordo tra tutti gli operatori telefonici affinché la rete dati venga attivata in modo automatico.

Altre Notizie