Sabato, 26 Mag, 2018

Caos Juve, la coppa va al Real Madrid

Caos Juve, la coppa va al Real Madrid Caos Juve, la coppa va al Real Madrid
Irmina Pasquarelli | 04 Giugno, 2017, 19:17

HIGHLIGHTS JUVENTUS-REAL MADRID- Dopo tanta attesa, finalmente è il giorno della finale di Champions League. In molti avevano sottolineato come la Juventus lo meritasse, soprattutto per rispetto alla leggenda vivente Buffon, che a fine gara si è lasciato andare alle emozioni durante le interviste.

Curiosi i festeggiamenti nel rione Carmine a Salerno con una batteria pirotecnica a salutare la seconda Champions di fila degli spagnoli. A cedere, forse a causa del peso delle persone appoggiate, sarebbe stata la ringhiera della scala che si trova nel centro della piazza, di fronte al noto negozio d'abbigliamento Olympic. E' ancora il Real Madrid a vincere la Champions, la sua dodicesima, un traguardo storico perché è la prima volta che una squadra la vince due volte di seguito da quando ha cambiato nome e formula. Al minuto 61 il Real torna nuovamente in vantaggio grazie al sesto gol stagionale di Casemiro che punisce Buffon con un missile dalla distanza. La coppa dalle grandi orecchie sta diventando davvero un incubo per la Vecchia Signora, che ieri ha mostrato il peso schiacciante della tradizione negativa. Anche lui, come il connazionale Dybala, è un fantasma nella notte di Cardiff. Ma la Juventus non si risolleva più, anzi e cedeva metri su metri, facendosi affossare da Casemiro, con un gran tiro da fuori, e ancora Ronaldo nel giro di tre minuti, tra 16' e 19'. Anche a Barcellona il quotidiano Sport ha titolato "Forza Juve" pur di gufare il Real in finale. Dopo lo svantaggio firmato da Ronaldo nel primo tempo, cui Mandzukic rimedia con una splendida rovesciata, i bianconeri nella ripresa si spengono. La sconfitta in questa finale europea arriva sicuramente per la responsabilitá di qualcuno e qualcosa che non hanno funzionato, uno splendido meccanismo che si é improvvisamente inceppato contro un Real di veri fenomeni.

Real Madrid (4-3-3): Navas; Carvajal, Varane, Ramos, Marcelo; Modrić, Casemiro, Kroos (89′ Morata); Isco (82′ Asensio), Benzema (77′ Bale), C. Ronaldo.

Bianconeri a caccia del triplete con Buffon tra i pali; linea difensiva con Barzagli, Bonucci, Chiellini e Alex Sandro; a metà campo Dani Alves, Khedira e Pjanic; in attacco Dybala, Mandzukic e Higuain.

Mandzukic 6: Il croato ci ha messo la solita grinta fregiandosi anche di un bellissimo gol che aveva ridato speranze alla Juventus. Allegri prova a scuotere la squadra con i cambi, ma nè Lemina, nè Marchisio, nè un nervoso Cuadrado, espulso nel finale, riescono a cambiare l'inerzia del match.

Altre Notizie