Martedì, 19 Giugno, 2018

Italia, Istat: tasso di disoccupazione all'11,1%

Remigio Civitarese | 31 Mag, 2017, 12:21

Sempre ad aprile gli occupati crescono di 94.000 unità rispetto a marzo (+0,4%) e di 277.000 unità rispetto ad aprile 2016 raggiungendo quota 22.988.000 persone.

Nel mese i disoccupati erano 2.880.000 in calo di 106.000 unità su marzo e di 146.000 unità su aprile 2016. Rimane invece stabile la disoccupazione giovanile, ferma al 34%. Il che è facilmente spiegabile: gli ultracinquantenni sono più ricattabili perchè hanno bisogno dei contributi per andare in pensione, quindi possono essere sfruttati di più; idem per i più giovani, che solitamente sono meno smaliziati. Un 'boom' se si considera che i nuovi occupati nella fascia d'eta' tra i 25 e i 34 anni sono stati 16 mila, e solo 6.000 tra i 35 e i 49 enni.

L'aumento dell'occupazione in questa fascia d'età, sostiene l'Istat, è dovuto anche dall'aumento dell'età pensionabile. Il tasso di occupazione tra i 15 e i 64 anni sale al 67,2% tra gli uomini (+0,3 punti su marzo, +0.8 sull'anno prima) mentre resta stabile su marzo per le donne al 48,6%. Stando ai dati diffusi in queste ore, infatti, dopo che negli ultimi sei mesi gli indicatori avevano fatto registrare una sostanziale stabilità (con un aumento del tasso di disoccupazione principalmente legato alla diminuzione del numero degli inattivi), ecco che ad aprile la stima degli occupati prefigura un netto balzo in avanti in termini di posti di lavoro.

Su base annua la crescita riguarda i lavoratori dipendenti (+380 mila, di cui +225 mila a termine e +155 mila permanenti) mentre calano gli indipendenti (-103 mila).

Altre Notizie