Lunedi, 29 Mag, 2017

Flynn e consiglieri di Trump, "almeno 18 contatti con i russi"

Chiese a Fbi di insabbiare Russiagate nuova bufera su Trump Nyt: Trump a ex capo Fbi, ferma indagini su Flynn. Ma la Casa Bianca nega
Rufina Vignone | 20 Mag, 2017, 12:33

La scorsa notte Robert Mueller, ex direttore dell'FBI, è stato nominato special counsel per indagare sul caso Russiagate. Il presidente decise praticamente da solo, non certo seguendo le "raccomandazioni" del ministro Jeff Sessions e del suo vice, Rosenstein appunto, come invece comunicò la Casa Bianca. Novak è convinto che la fuga di notizie su quanto Trump discute con i dirigenti russi sia ben peggiore del fatto che tra presidenti di potenti nazioni ci si rivelino dossier segreti. Attraverso un resoconto scritto da Comey, e trapelato al New York Times, sappiamo che Trump ha fatto almeno in una circostanza pressioni esplicite sull'Fbi perché l'inchiesta fosse insabbiata e Flynn salvato.

CLINTON - Clinton ha subito l'impeachment per aver mentito sulla sua relazione con una giovane stagista della Casa Bianca, Monica Lewinsky e inoltre per aver ostacolato la giustizia, in particolare a causa delle pressioni esercitate su alcuni collaboratori affinché non emergesse la verità. In questo quadro sarebbe essenziale, spiegano ancora gli esperti, l'analisi dettagliata di quel colloquio e anche le deposizioni di consiglieri di Trump che, all'epoca dei fatti, potevano essere stati informati di quello che intendeva fare il presidente. "Ho appena licenziato il capo dell'Fbi, era pazzo", ha detto Trump, secondo il Times, che ha citato un documento letto da un ufficiale americano. I paralleli fra le due presidenze si spingono al di là della politica e sono anche economici, con gli esperti che ritengono che, se l'amministrazione Trump dovesse rivelarsi come quella Nixon, e quindi costretta a lasciare, gli investitori devono prepararsi a una correzione del 40%.

Imbarazzo McCarthy per la frase shock: "Uno scherzo, una battuta di cattivo gusto che nessuno pensa sia vera": così il senatore Kevin McCarthy si giustifica per la frase pronunciata un anno fa - quando era leader della maggioranza repubblicana al Senato - e colta in un audio finito nelle mani del Washington Post.

Il presidente, a tu per tu con Comey, aveva chiesto al capo dell'Fbi di chiudere un'occhio sul Russiagate. Una nomina che per Trump rischia "dividere il Paese".

Lo si deduce, senza se e senza ma, guardando un documentario olandese di 45 minuti trasmesso recentemente, intitolato "The dubious friends of Donald Trump, Part 1: The russians". Il nostro commercio con gli Usa è poi fondamentale e più caos si crea negli Stati Uniti, peggio è per noi.

Le rivelazioni continueranno ad affliggere Trump anche durante la visita al G7 di Taormina, l'indagatore nuovo prenderà il suo tempo e sarà una lunga agonia nei prossimi mesi in cui arriveranno diverse richieste di impeachment da parte dei democratici. La commissione Intelligence del Senato, che sta portando avanti una propria indagine sul Russiagate, ha detto che la mossa offre rassicurazioni sul fatto che l'inchiesta dell'Fbi procedera' "in modo corretto senza influenze politiche". Nixon resse a due anni di montanti difficoltà politiche, ottenendo all'inizio persino la rielezione, ma la pubblicazione nell'agosto 1974 del nastro con le prove schiaccianti delle sue responsabilità, delineò la prospettiva di un sicuro impeachment (rimozione).

Altre Notizie