Giovedi, 27 Luglio, 2017

Napoli, tra due mesi sistema videosorveglianza in rione Sanità

Napoli sequestrati armi nel rione Sanit Rione Sanità, nuova 'stesa nella notte
Elvia Crecco | 19 Mag, 2017, 15:12

A integrazione e rettifica della precedente nota, si comunica che l'iniziativa sulla sicurezza e la legalità organizzata per domani mattina presso l'istituto 'Russo-Montale' del Rione Sanità, è rinviata ad altra data. "E se la videosorveglianza può aiutare le forze dell'ordine e la magistratura nella difficile opera di disarmo nei vicoli del rione Sanità e a garantirne la sicurezza - conclude Viglione - dall'altro, non si può cantare vittoria sulla stessa videosorveglianza laddove le istituzioni hanno il dovere di lanciare un segnale forte di credibilità creando e favorendo occasioni di cittadinanza attiva e soprattutto di ripristino delle condizioni favorevoli allo sviluppo economico e lavorativo dei territori difficili".

Trovate armi e giubbotti antiproiettile, in un appartamento disabitato, in vicoletto Santa Maria Antesaecula che sono stati trovati. Oggi la scoperta, in via Fontanelle, di un vero e proprio fortino della camorra: un edificio di 15 appartamenti protetto da un imponente sistema di videosorveglianza. E così il carico lo sopporta il presidente della Terza Municipalità Ivo Poggiani: "Davanti alla rinascita del quartiere - dichiara parlando dei raid armati - è come se questi topi di fogna avessero una strategia della tensione e le sparatorie sono lo strumento con cui provano ad attuarla". Che aveva dato la notizia di due nuove sparatorie avvenute all'alba.

VIDEOSORVEGLIANZA - Come annunciato a inizio settimana, infine, domani partità il cantiere per la realizzazione della videosorveglianza nel quartiere. Il nuovo maxi impianto costerà 346mila euro e sarà collegato con le sale operative delle forze dell'ordine.

Altre Notizie