Lunedi, 29 Mag, 2017

Legge elettorale, Renzi: "Approvata i primi di giugno"

Legge elettorale, ritirato il testo base dimensione font + – Legge elettorale, nasce il caso Mazziotti: ipotesi "dimissioni" sul tavolo
Irmina Pasquarelli | 18 Mag, 2017, 23:41

"Oggi ci ritroviamo in una situazione in cui abbiamo dei tagli perchè abbiamo subito dei prelievi anche se per la verità quelli previsti per quest'anno sono stati neutralizzati dal cosiddetto "fondone" - ha aggiunto Decaro - contemporaneamente c'è il blocco della leva fiscale e le entrate tributarie che sono legate alla compravendita delle auto (dall'assicurazione all' imposta di trascrizione) scendono".

Matteo Renzi invita la Camera a rispettare i tempi e a mandare il testo in aula il 29 maggio: la legge elettorale è un Mattarellum corretto detto Rosatellum (dal nome del capogruppo Pd Rosato), con la metà dei deputati eletti in collegi uninominali e l'altra metà con metodo proporzionale.

"Sul tema del ruolo di relatore mi riservo fino a domani per una valutazione che farò anche assieme ai colleghi", ha detto Mazziotti, annunciando la convocazione dell'ufficio di presidenza della Commissione.

"Il Pd tornerà dal Movimento di Beppe Grillo con la coda tra le gambe per trovare una quadra su una legge elettorale che garantisca governabilità". Il relatore, invece, dev'essere espressione di chi produce e sostiene la proposta. Ma il punto è che se non si può fare una legge contro il Pd, il Pd non può nemmeno pensare di fare una legge contro tutti. Forza Italia però ha chiuso le porte alla proposta come confermato dal senatore Lucio Malan ad Intelligonews. E questo specie dopo che Silvio Berlusconi, in una intervista al Foglio, aveva espresso la propria disponibilità "a fare la legge elettorale con il Pd" ma in direzione di un sistema proporzionale. In pratica il Parlamento verrebbe eletto per metà con i collegi uninominali e per l'altra metà con il voto proporzionale. Su tale sistema sono d'accordo Lega, Ala, Svp e Direzione Italia, ma non sarà votato oggi come testo base alternativo. Quindi occorre che Mazziotti faccia proprio il Mattarellum modificato, lo proponga alla Commissione, lasciando qualche giorno per studiarlo prima della sua adozione e della fissazione dei termini per gli emendamenti. Come Partito Democratico lanciamo un appello a tutti gli altri: per favore, non perdete altro tempo.

Altre Notizie