Domenica, 20 Agosto, 2017

Juventus-Barcellona, parla Luis Enrique: "Bianconeri strepitosi, dovremo fare il nostro gioco"

Dybala sfida Messi: Lo ammiro, ma voglio batterlo con la Juve Champions League, Juventus-Barcellona: le probabili formazioni, la diretta TV e le ultime news!
Elettra Stolfi | 21 Aprile, 2017, 16:26

"Sto vivendo un grande momento e voglio godermelo".

Su Allegri: "A volte mi dice addirittura di avvicinarmi a Buffon per cominciare l'azione ma mi trovo bene, mi ha dato la libertà, posso andare a sinistra o a destra: è quello che facevo da ragazzino, è quello che più amo fare". Al 55mo minuto la Juventus ha segnato il terzo gol della serata grazie a un colpo di testa di Giorgio Chiellini. L'attacco delle meraviglie del Barcellona? Tre a zero: la Juventus stavolta potra' davvero farcela ad approdare alla semifinale di Champions. Dopo quello si penserà anche a darle. Luis Enrique, privo dello squalificato Busquets, lo aveva sostituito con Mascherano. Immutato il trio d'attacco Messi-Suarez-Neymar, stavolta non eccezionale.

Il rapport con Messi: "gli ho detto che se non venisse non mi arrabbierei". No, offside, a quanto pare. È solo il primo passo verso la finale.

"Il risultato è positivo per il ritorno, ma dovremo stare attenti perché sappiamo come sono i blaugrana nel loro stadio -spiega Dybala a "Mediaset Premium"- noi, però, siamo forti". Ha giocato un ottimo primo tempo e ha saputo colpire e aspettare. Sui gol di Dybala si e' fatto sorprendere. Guardo sempre le partite di Messi, mi piace il suo modo di giocare. Stiamo bene, è il miglior momento per affrontare il Barcellona. Tuttavia è chiaro che, a prescindere dali interpreti, la squadra deve stare sempre stretta e corta quando non è in possesso di palla e si deve distendere in ampiezza quando va ad attaccare.

IL RINNOVO - Parlando poi alla tv spagnola, Dybala ha svelato: "Mi cercano Barcellona e Real Madrid?" Di sicuro la finale di Berlino è un ricordo splendido, ma la partita di domani non avrà nulla a che vedere con quella del 2015. La Juve ha confermato di essere l'unica squadra italiana (per ora) in grado di far bella figura anche fuori dall'Italia.

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon 7; Dani Alves 6.5, Bonucci 6.5, Chiellini 7, Alex Sandro 6.5; Khedira 6.5, Pjanic 6.5 (44′ st Barzagli sv); Cuadrado 6.5 (28′ st Lemina sv), Dybala 7.5 (36′ st Rincon sv), Mandzukic 6.5; Higuain 6.5. A disp. Neto, Lichtsteiner, Benatia, Asamoah, Marchisio. All. A disp. Cillessen, Denis, Alcácer, J.Alba, Digne, Alena. All.

Altre Notizie