Martedì, 25 Aprile, 2017

Alla moglie: "Torna a cucinare altrimenti ti chiudo in un sacco"

Napoli, follia in un ospedale: trascina la moglie infermiera per i capelli: “Vieni a cucinare” Roma: algerino ruba la borsa a una donna e aggredisce il marito
Irmina Pasquarelli | 21 Aprile, 2017, 19:04

Un uomo di 40 anni, R.C., di Marigliano (Napoli) è stato arrestato nel pomeriggio di ieri con le accuse di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali dolose e resistenza a pubblico ufficiale. L' uomo si è presentato nell' ospedale del centro storico dove la moglie lavora e l' ha afferrata per i capelli per obbligarla a tornare a casa "a cucinare". Anche quando la donna, riuscita a liberarsi, è scappata all'interno della struttura per cercare protezione, l'aggressore ha continuato con l'atteggiamento violento nei confronti della guardia e dei passanti.

Sono stati gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Castro Pretorio che hanno arrestato E.H.L., algerino di 39 anni, per rapina impropria. La donna è riuscita a divincolarsi e a raggiungere il secondo piano del nosocomio, dove ha incrociato alcuni poliziotti in servizio all'ospedale, pregandoli di aiutarla. Alla vista dei poliziotti la donna, stremata dalle continue vessazioni del marito, ha chiesto in lacrime di essere salvata, spiegando di non aver mai denunciato il coniuge per amore dei loro sei figli e per evitare ulteriori ripercussioni. Poi è scattato l'agguato: le due donne si sono precipitate fuori dai locali e hanno circondato una connazionale con addosso un giubbetto di colore giallo e una borsa nera. Urlando, R.C. ha minacciato la moglie di chiuderla in un sacco.

Altre Notizie