Venerdì, 18 Agosto, 2017

Testimoni di Geova, pronti a ricorrere a Strasburgo

La corte suprema russa ha bandito i testimoni di Geova La corte suprema ha accolto una richiesta del ministero della Giustizia. Credit Reuters
Rufina Vignone | 20 Aprile, 2017, 23:39

Ora "i singoli Testimoni di Geova potrebbero essere perseguiti penalmente per il loro impegno nelle loro normali attività religiose, tacciati come "estremisti" e quindi considerati (e trattati) come fossimo terroristi". Lo riferisce l'agenzia di stampa russa Tass. Da tempo diverse pubblicazioni erano già state inserite nella lista della letteratura estremista vietata, e il sito online (jw.org) oscurato:malgrado il gruppo - che in Russia afferma di contare 175mila seguaci, e 8 milioni in tutto il mondo - respinga le accuse. "Ci appelleremo qui, alla Corte d'appello".

L'organizzazione religiosa ha fatto sapere che impugnerà la sentenza. Il ministero della giustizia ha chiesto di dichiarare l'organizzazione, presente sul territorio con 395 gruppi locali, come estremista. E nel gennaio 2017 anche anche la corte cittadina di grado superiore ha supportato questo tipo di ammonimento.

La Corte Suprema ha rifiutato i precedenti appelli del gruppo a riconoscere l'organizzazione come "vittima di repressione politica", e ha rifiutato di ascoltare i testimoni che sostenevano che la polizia russa avrebbe falsificato le prove che hanno portato in passato al bando di alcune filiali regionali russe dei Testimoni di Geova.

Altre Notizie