Martedì, 22 Agosto, 2017

"Spese pazze" al Pirellone: le richieste di risarcimento della Regione

GALLI-STEFANO1 "Spese pazze" al Pirellone: le richieste di risarcimento della Regione
Elvia Crecco | 20 Aprile, 2017, 19:38

Un risarcimento da 3,4 milioni di euro. È la provvisionale chiesta a 28 imputati dalla Regione Lombardia, parte civile al processo a carico di 57 persone tutte, eccetto una, consiglieri o ex consiglieri oppure ex assessori finiti alla sbarra per la vicenda sulle presunte spese allegre con i fondi pubblici dei rimborsi.

A batter cassa è stata l'avvocata del Pirellone Antonella Forloni, che ha spiegato di aver calcolato la cifra "nella misura del 50 per cento del danno patrimoniale e non patrimoniale" (cioè di immagine, ndr.) che quindi secondo lei ammonterebbe al doppio. Nei confronti degli altriimputati, di cui è stata comunque chiesta la condanna alla penache il Tribunale ritiene adeguata, la Regione ha revocato lacostituzione di parte civile in quanto hanno già risarcito ildanno.

A processo, insieme ad altri 25 politici, accusati a vario titolo di truffa e peculato, anche i lecchesi Stefano Galli, ex capogruppi della Lega Nord, Giulio Boscagli, ex assessore nella Giunta di Roberto Formigoni, e Giulio De Capitani (LN).

Non da poco anche la provvisionale per Renzo Bossi: 57.878,61 euro per aver messo in conto, come risulta dagli atti, non solo sigarette, campari e moijto, ma anche un paio di spazzolini con le sue iniziali e un localizzatore di autovelox.

La Regione rivuole subito 3 milioni e mezzo dai consiglieri delle "spese pazze". "Non c'è stato alcuno sbaglio - ha aggiunto, riferendosi alle giustificazioni date da alcuni durante le loro dichiarazioni spontanee -". E ancora 6 anni per Galli, accusato di aver pagato con i soldi pubblici il banchetto di nozze della figlia e di aver fatto ottenere indebitamente al marito di lei un contratto di consulenza con il Pirellone per 19 mesi per una cifra di oltre 196 mila euro lordi e 4 anni di reclusione per Davide Boni e Valentini.

Si torna in aula il 10 luglio.

Altre Notizie