Venerdì, 23 Giugno, 2017

Juventus, difesa e carattere valgono la semifinale

La Juventus è in semifinale di Champions League dopo lo 0-0 di Barcellona. Il commento di Allegri Barcellona-Juve, le pagelle di CM: Chiellini insuperabile, Messi sprecone
Elettra Stolfi | 20 Aprile, 2017, 23:54

Da Patrice Evra una foto mentre abbraccia Allegri: "Buona notte a tutti juventini quando vedo che la mia ex squadra va in semifinale non mi viene il peccato che non sono rimasto ma solo dell'amore e il rispetto per tutti i miei compagni per il mister per questa società perché la gente non si rende conto cos'è di giocare per la Juve si suda ogni giorni i love this game hahaahahah juventus#finoalafine#forzajuve#ilovethisgame#respect#happy#love#sm ile".

Al termine della partita l'entusiasmo era alle stelle. Bisognerebbe chiedere alle nostre avversarie chi non vuole incontrarla in semifinale. Numeri che non sono soltanto cifre crude, ma che rappresentano la prova tangibile di una solidità e di una compattezza da macchina praticamente perfetta. "Io credo che la Juve sarà all'altezza e farà la partita giusta". Nell'urna ci sono: il Real Madrid dell'ex bianconero Zidane e di Cristiano Ronaldo, l'Atletico Madrid di Griezman e del "Cholo" Simeone, e il Monaco che gioca il più bel calcio d'Europa grazie al bravo tecnico Jardim. Sapevamo che dovevamo essere solidi in difesa, e ci siamo riusciti. Grande prova di maturità, di umilità e sacrificio. Credo che la domanda vada fatta alle altre, che non ci vorranno incontrare. Sulla carta nelle semifinali l'avversario potenzialmente più abbordabile per la Juventus sembra essere il Monaco, ma gli uomini di Leonardo Jardim sono temibili per la loro velocità e per la presenza dell'astro nascente Kylian Mbappé che si sta rivelando un attaccante formidabile nonostante abbia appena 18 anni. La Juve è diversa dopo Berlino che significa? "C'è da fare i complimenti ai ragazzi per quello che stanno facendo in questa stagione - dice Allegri a Premium Sport -".

"Semifinale meritata #FCBJuve #FinoAllaFine #ucl".

Come all'andata, la Juventus si è dimostrata una squadra compatta, concentrata ed incredibilmente organizzata, capace di concedere un solo tiro in porta nei primi 70'.

La Juventus è scesa in campo nel doppio confronto con la squadra di Luis Enrique senza alcun minimo complesso di inferiorità, anzi il coraggio di Massimiliano Allegri di far scendere in campo in tutte e due le partite quattro attaccanti come Cuadrado, Higuain, Dybala e Mandzukic è stato ripagato a pieno, specialmente quando era lecito immaginarsi un atteggiamento più difensivo nella gara al Camp Nou.

Altre Notizie