Venerdì, 18 Agosto, 2017

Inter-Milan, come vedere la partita in tv e in streaming

Primo derby della Madonnina tutto cinese che spettacolo Biglietti Inter-Milan: come acquistare i tickets per il Derby della Madonnina del 15 aprile
Zaira Scannapieco | 20 Aprile, 2017, 21:55

Inter e Milan si sfideranno nell'inedito orario delle 12.30. Dovrebbe essere, infatti, l'ultima partita di Silvio Berlusconi da presidente del club regalando così un significato decisamente particolare all'incontro.

"Il nostro dovere è dare il massimo, ottenere più vittorie possibili da qui alla fine e fare di tutto per vincere anche il derby". Il calo c'è stato, abbiamo commesso errori che non ci appartenevano da tempo.

Diverse le scelte a disposizione di Stefano Pioli, a partire dall'attacco, dove Gabigol, Eder e Palacio sono le prime scelte. Il pareggio è targato Zapata che al 97′ ha depositato in rete in acrobazia una palla che ha iniziato a ballare sulla linea, solo la goal line technology ha determinato se la palla fosse o meno entrata.

Crotone. "L'Importante è imparare da lezioni pesanti come queste e far sì che non accada più".

La squadra di Montella continua l'arrembaggio alla ricerca del disperato pareggio che si concretizza clamorosamente al 97° con Zapata, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, firmando un incredibile quanto spettacolare 2-2 finale. Ora si volta pagina. "Ci stiamo preparando davvero molto bene per il derby". "Per fortuna gli ho detto no", le parole di Icardi. Infine una battuta su Gagliardini, che è stato visto allo Stadium a vedere Juve-Barcellona: "Siete voi giornalisti che fate casino, Roberto ha voluto vedere una partita di Champions League". Vedere il Barcellona non capita tutti i giorni, poi era a un'ora di macchina da Milano. Il nove interista, interrogato poi sulle frasi dette dal diesse Piero Ausilio nel post gara contro il Crotone, replica con un commento stringato: "Un dirigente deve anche motivare una squadra". "Capisco i tifosi ma si può capire anche Roberto". Il 2-0 è figlio di un bellissimo scambio tra Icardi e Perisic, con l'olandese che sfugge a Calabria sulla sinistra e serve l'argentino, bravo a sfuggire alla marcatura di Romagnoli e a segnare da distanza ravvicinata.

Altre Notizie