Domenica, 30 Aprile, 2017

Eataly restaura Cenacolo, Franceschini: Triplicheranno i visitatori

L'ultima cena- Leonardo Da Vinci Cenacolo vinciano: 1 milione di euro per il restauro da Oscar Farinetti
Zaira Scannapieco | 20 Aprile, 2017, 18:42

Oggi può essere visto da 1.300 persone al giorno, e questo a causa delle polveri sottili che ognuno di noi porta con sé, uno dei principali motivi per cui il Cenacolo rischia di essere rovinato per sempre. Queste le due parole utilizzate da Oscar Farinetti per spiegare le ragioni che hanno spinto Eataly a finanziare un intervento di restauro del capolavoro vinciano "L'ultima cena". L'operazione allungherà la vita dell'affresco di cinque secoli e permetterà di aumentare il numero di visitatori giornalieri.

Lo ha annunciato mercoledì sera a Milano lo stesso Oscar Farinetti: "L'Ultima Cena è un'opera fragile che in cinque secoli di vita ha avuto tanti restauri - ha detto Farinetti intervenuto in Santa Maria delle Grazie -".

"Credo sia giusto per un'azienda mettere a disposizione una parte dei propri ricavi per un progetto così". La fine dei lavori dell'intervento per tutelare l'opera è prevista per il 2019, anno del cinquecentenario della morte di Leonardo. La visita durerà 50 minuti (anzicché 15), in orario serale e a museo chiuso, con un esperto che spiegherà il capolavoro di Leonardo da Vinci.

Il progetto di restauro è stato presentato nell'ambito della serara intitolata "Una cena da non perdere", cui hanno partecipato, tra gli altri, il ministro per i Beni Culturali, Dario Franceschini, lo scrittore Alessandro Baricco, il vicario episcopale per la Cultura dell'arcidiocesi di Milano, monsignor Luca Bressan e la direttrice del Cenacolo Vinciano, Chiara Rostagno. L'evento sarà in diretta mondiale con collegamenti da New York e São Paulo. Infine Franceschini ringraziando "il sostenitore privato" ha augurato che "molti imitino Farinetti".

Altre Notizie