Mercoledì, 28 Giugno, 2017

Costa Concordia, maxiudienza su Schettino

Giovedì udienza in Cassazione per Francesco Schettino Giovedì udienza in Cassazione per Francesco Schettino
Elvia Crecco | 20 Aprile, 2017, 16:53

Nelnaufragio morirono 32 persone per l'impatto contro gli scogliavvenuto il 13 gennaio 2012 per una maldestra manovra diavvicinamento all'isola Del Giglio, nell'arcipelago toscano.

A istanza alla Suprema, in aggiunta a Schettino ritiene eccessiva la giustizia a 16 e un mese a causa di imprigionamento, c'è la Rappresentanza della a causa di Proclama a causa di Firenze aveva chiesto 27 a causa di galera insieme le aggravanti per caso l'come un sol uomo, all'errata evoluzione, ha la responsabilità a causa di essersi araldo per esente nel tempo in cui le operazioni a causa di defecazione erano per strada e a ciglio della 'Unità' regnava il costernazione.

Le accuse più gravi che pendono sul capo dell'ex comandante sono omicidio colposo plurimo, lesioni plurime colpose, naufragio colposo, abbandono di nave, mancate comunicazioni alle autorità marittime. E' in corso la relazione poi prenderà la parola il Pg Francesco Salzano. Quel che è certo è che la sentenza non arriverà prima di maggio: il collegio giudicante ha già fissato un'ulteriore udienza per il 4 maggio prossimo anche se proprio in quella data è previsto lo sciopero degli avvocati penalisti contro il ddl di riforma del processo penale. Terminate le arringhe dei difensori, la Corte, presieduta da Vincenzo Romis, sarà pronta per ritirarsi in camera di consiglio per decidere.

Si svolge oggi a Roma l'udienza in Cassazione per il naufragio della Costa Concordia. La Litorale - argine dall'legale Marco De Luca - ha finito molte transazioni, obiezione né tutti hanno raggiunto un concordanza adeguato e sperano nella Cassazione.

Altre Notizie