Lunedi, 20 Novembre, 2017

Borsellino, ergastolo a due boss

Mafia: processo Borsellino quater, Corte assise in Camera consiglio PAOLO BORSELLINO / Processo strage via D'Amelio: tra i buchi neri anche l agenda rossa del magistrato ucciso
Rufina Vignone | 20 Aprile, 2017, 23:53

La corte d'assise diCaltanissetta, presieduta da Antonio Balsamo, ha condannatoall'ergastolo i boss Salvo Madonia e Vittorio Tutino, imputatidella strage in cui persero la vita il giudice Paolo Borsellinoe i cinque uomini della scorta.

Stesso reato contestato a Scarantino al quale, però, stasera i giudici della corte hanno riconosciuto la circostanza attenuante di essere stato indotto a fare le false accuse: la concessione dell'attenuante ha comportato la prescrizione del reato. Ergastolo per Madonia e Tutino, accusati di strage. L'avvocato, che da anni sostiene che il depistaggio che ha portato alla condanna di innocenti sia stato indotto, ha ironicamente fatto riferimento al processo Borsellino bis, dibattimento in cui i collaboratori avrebbero mentito determinando le ingiuste condanne. Per questi ultimi, dopo che il verdetto di oggi passerà in giudicato, verrà avviato il processo di revisione, già chiesto dalla procura generale di Caltanissetta. Per Scarantino sono stati chiesti 8 anni e sei mesi, mentre per Francesco Andriotta e Calogero Pulci, 14 anni di reclusione ciascuno. Prescritto, invece, Vincenzo Scarantino. Va riconosciuto ai componenti della corte d'assise di aver servito il Paese - ha detto l'avvocato Fabio Repici, legale di Salvatore Borsellino -. "La Procura - ha aggiunto - dovrà adesso verificare le responsabilità di criminali al servizio delle istituzioni perché dietro il depistaggio ci furono anche apparati dello Stato". "Sono stato massacrato come un cane, mi hanno fatto sputare sangue". "Non so se ci sarà un altro processo - ha aggiunto - ma ci sono temi che devono essere ulteriormente sviluppati e l'esito del processo offre spunti per altri approfondimenti". Lo ha detto stamane nella sua replica al quarto processo per la strage del 19 luglio 1992, davanti alla Corte d'Assise di Caltanissetta. Per il Pg ci sono "ancora aspetti da approfondire, non mi stupisce che anche il Procuratore capo Bertone parli di indagini mai finite".

Altre Notizie