Venerdì, 26 Mag, 2017

Berlusconi saluta il Milan è cinese

Nella settimana che precede Pasqua si dovrebbe chiudere la cessione del Milan Nella settimana che precede Pasqua si dovrebbe chiudere la cessione del Milan
Elettra Stolfi | 20 Aprile, 2017, 13:26

"Lascio oggi, dopo più di trent'anni, la titolarità e la carica di presidente del Milan. Lo faccio con dolore e commozione, ma con la consapevolezza che il calcio moderno, per competere ai massimi livelli europei e mondiali, necessita di investimenti e risorse che una singola famiglia non e' piu' in grado di sostenere". Non potrò dimenticare le emozioni che mi ha dato e voglio ringraziare i tifosi. Con l'arrivo dell'ultima tranche del pagamento e la firma del notaio (poco prima delle 14) sull'atto pubblico di vendita si è conclusa la cessione del Milan dalla Fininvest alla Rossoneri Sport Investment di Yonghong Li, che diventa a tutti gli effetti il nuovo proprietario del Diavolo.

A ridosso dell'annuncio ufficiale, anche lo stesso Silvio Berlusconi ha rilasciato il suo primo commento a caldo: "Lascio, ma resto il primo tifoso - ha spiegato l'ex proprietario, in un'intervista ripresa da Radio 24 - Ai nuovi auguri di realizzare traguardi più grandi dei nostri". Fassone svilupperà il lavoro del Milan del futuro: sarà il nostro Ceo. Queste le parole di Silvio Berlusconi diffuse tramite una nota subito dopo il passaggio del Milan a Li Yonghong. Fininvest che ha ceduto il 99,9% delle quote con la firma dell'amministratore delegato Danilo Pellegrino, fedelissimo dell'ex premier che ha seguito la cessione del Milan dall'inizio, sin da quando l'acquirente era il thailandese Mr. Bee. "A coloro che restano, ai giocatori, all'allenatore, ai collaboratori della societa', a tutti i nostri tifosi rivolgo l'augurio piu' affettuoso di grandi successi, e a ciascuno di loro l'augurio di realizzare nello sport e nella vita tutti i progetti e i sogni che portano nella mente e nel cuore per se' e per le persone che amano". "Ho negli occhi e nel cuore le testimonianze d'affetto dei nostri sostenitori".

Sabato 15 aprile alle 12.30 a San Siro andrà dunque in scena il primo derby "cinese" tra Inter, passato nelle mani del gruppo Suning, e il nuovo Milan targato Li Yonghong. "Anche Pioli mi sembra bravo - ha proseguito Moratti - anche se non sta vivendo un buon momento". Galliani, durante i lavori dell'assemblea, ha annunciato il passaggio di azioni che determina il cambio di proprietà del club rossonero. Ai milioni di appassionati che hanno riempito gli stadi di tutto il mondo per gridare Forza Milan, ai tanti altri, molti di piu' ancora, che essendo lontani fisicamente, ci sono stati vicini con simpatia ed entusiasmo. "Passo dopo passo torneremo sul tetto del mondo". Fabio Capello: "Berlusconi è un visionario, per questo è riuscito a centrare tutti i suoi obiettivi da presidente del Milan".

Altre Notizie