Lunedi, 26 Giugno, 2017

Ancelotti furioso, ci vuole la moviola

Florentino Perez si espone Zidane rimarrà al Real Madrid Real Madrid-Bayern Monaco: probabili formazioni, pronostico e quote scommesse
Elettra Stolfi | 20 Aprile, 2017, 13:46

Finisce 1-1 al King Power Stadium: gli inglesi ci provano con tutto il cuore a rimontare l'1-0 subito in Spagna, ma a prevalere sono gli iberici.

Il Bayern non aveva che una soluzione, per provare a ribaltare il risultato dell'andata: ricalcare la partita del Real di sei giorni prima. Primo tempo che si chiude in parità. Il Bayern non cambia modo di giocare in casa o fuori.

LA CANZONE DEL GIORNO - In linea con quella che è stata la giornata di festa della cantera e del settore giovanile rossoblu, ci lasciamo con Giorgio Gaber. Entra anche Lucas Vázquez al posto di Isco, poi tocca ad Ancelotti ridisegnare la squadra.

Gli ospiti vogliono cavalcare l'entusiasmo del momento e si rendono ancora pericolosi con Vidal, ma spara in curva davanti al portiere, che poco dopo è bravo su Ribery. "È incredibile, indescrivibile, un altro ricordo che porterò per sempre con me". Dalla panchina ha urlato di tutto è alla fine ha salutato l'impresentabile arbitro ungherese Kassai con ermetica ironia: "Good job". Ma di cosa stava discutendo in campo con Zidane?

Per i tifosi neutrali si è vista una gran bella partita, costellata da una cornice di pubblico stupenda, e la squadra del Real riesce a far contenti i propri tifosi. Lo dice a chiare lettere Carlo Ancelotti, che ha Boateng e Hummels acciaccati (ma hanno preso parte alla rifinitura) ed è alle prese con il mistero Nueuer: oggi, a sorpresa, il portiere non si è allenato e nessuno ha voluto spiegare perché. Direttamente imputabili all'arbitro sono gli errori sulle espulsioni: avrebbe meritato il cartellino rosso Casemiro del Real Madrid, graziato invece da Kassai, mentre davvero incredibile è il secondo giallo per Arturo Vidal, che era entrato chiaramente sul pallone in anticipo sull'avversario ed invece è stato ammonito, facendo scattare l'espulsione dal momento che il centrocampista cileno del Bayern Monaco era già stato ammonito una prima volta dopo soli cinque minuti.

Gli ospiti accusano il colpo e i padroni di casa ne approfittano per trovare il vantaggio al 110' minuto, ancora Cristiano Ronaldo, che si regala la tripletta al termine di una bellissima percussione di Marcelo.

Real Madrid (4-3-3): Navas; Carvajal, Nacho, Ramos, Marcelo; Kroos, Casemiro, Modric; Bale, Benzema, Ronaldo.

Secondo quanto è stato rivelato dal giornalista spagnolo della trasmissione "El Chiringuito", tre giocatori del Bayern Monaco, ovvero Lewandowski, Thiago Alcantara e l'ex juventino Vidal, hanno fatto irruzione nello spogliatoio di arbitro e assistenti al Santiago Bernabeu.

Altre Notizie