Giovedi, 17 Agosto, 2017

Rai, Lorenzin: a "Report" grave disinformazione

Vaccino-anti-hpv-in-Italia-copertura-sotto-al-70_h_partb Televisione
Irmina Pasquarelli | 18 Aprile, 2017, 18:52

Domenica sera la nota trasmissione Report ha parlato dei vaccini HPV, una scelta che non ha mancato di suscitare dure reazioni. La Società italiana di virologia (Siv-Isv) stigmatizza le affermazioni sconcertanti di alcuni medici, ricercatori e soggetti vaccinati relative all'ancora non documentata efficacia antitumorale del vaccino e a supposti effetti collaterali dello stesso, non riconducibili a una precisa patologia sindromica caratterizzata a chiari nessi eziologici. "Tutto ciò accade proprio mentre medici e scienziati di ogni parte del mondo, e mentre le istituzioni internazionali e nazionali sono impegnate in una campagna mediatica a favore della salute pubblica, per controbattere ai falsi miti degli anti-vax, che sfruttano paura ed ignoranza per convincere i genitori a rinunciare ai vaccini". Dopo aver sottolineato, per bocca del conduttore Sigfrido Ranucci, di "non essere contro l'utilizzo dei vaccini", Report ha dato spazio a voci 'pro' e 'contro' il vaccino anti Hpv e ricordato come gravi effetti collaterali indesiderati sono stati denunciati in diversi Paesi come Francia, Gran Bretagna e, soprattutto, Danimarca: qui in un reclamo al mediatore europeo, l'Ema (Agenzia europea del farmaco) è stata accusata di "scarsa trasparenza" e "sottovalutazione" del fenomeno. "Queste condizioni - spiega - sono entrambe necessarie per lo sviluppo del cancro del collo dell'utero e di altre neoplasie quali quelle dei distretti testa-collo, vulvovaginale e anale, come dimostrato da una serie di ricerche culminate con l'assegnazione del premio Nobel per la Medicina nel 2008".

Il Pd attacca 'Report' per un servizio sul vaccino sul papilloma virus andato in onda nella puntata di ieri sera.

Anche Giorgio Palù, presidente della Società italiana di virologia, è sceso in campo contro Report, definendo la trasmissione "un grave atto di disinformazione". "Sulla salute e la prevenzione non si può sbagliare - dice - Ci sono in gioco vite e destini di milioni di persone. Viva servizio pubblico italiano".

Ebbene, questo virus è il peggiore femminicida in circolazione nel nostro paese: "con il cancro che provoca, nel 2017 ucciderà solo nel nostro paese 2900 donne". Il vaccino è il rimedio più efficace, grazie al quale l'epidemia viene impedita. "Spero che il dg Campo Dall'Orto e Rai 3 trovino il modo per riparare al danno fatto da Report, magari concordando una campagna con il ministero della Sanità".

Altre Notizie