Mercoledì, 24 Gennaio, 2018

Arriva la super Luna piena il giorno 14 novembre

Super Luna: il satellite mai così grande negli ultimi settanta anni Superluna in arrivo
Irmina Pasquarelli | 14 Novembre, 2016, 11:41

Ma sono tutte superstizioni: "l'unico effetto che può produrre una Luna piena al perigeo è un lieve aumento, pari a ben 15 cm, del dislivello tra la bassa marea e l'alta marea". A spoilerare lo spettacolo che ci attende questo mese sono ancora una volta gli esperti dell'Unione astrofili italiani (Uai). Il termine con cui si definisce ciò è stato coniato da Richard Nolle, che parlò di "novilunio o plenilunio che si verifica quando la Luna si trova al o vicino (entro il 90% del) punto di minima distanza dalla Terra in una data orbita". A seguire, vi sarà lo spettacolo delle Leonidi, tra il 16 e il 18 novembre, che potrà però essere disturbato dal plenilunio. Così eccezionale che la Luna piena del 14 novembre è stata già soprannominata "Superluna".

Una luna così, la più grande (il 30% in più del solito) e la più luminosa (il 14% in più del normale) la rivedremo solo nel 20134.

L'appuntamento è dunque il 14 novembre, ma dato che questa incredibile coincidenza capita a metà giornata per l'Europa dovremo osservare la Super Luna la notte precedente o successiva.

A non è finita qui perché lo spettacolo del 14 novembre sarà arricchito dalla congiunzione con le Pleiadi, uno dei cinque incontri celesti che la Luna avrà nel mese in corso.

Nel frattempo nei cieli farà bella mostra di sé Venere, che, come ricorda la Uai, "domina con il suo fulgore il cielo occidentale nelle prime ore della sera. La differenza in orario tra l'istante del perigeo e quello della Luna piena è meno di due ore, pertanto la "super-Luna" di questo mese è la migliore dal 1948, e per vederne un'altra di queste proporzioni occorrerà aspettare il 2034". E poi non mancheranno a fine giornata Mercurio, Marte e Nettuno, mentre al mattino darà il suo buongiorno Giove. Da menzionare, infine, le 'comparsate' della cometina 53P/Van Biesbroeck, nella costellazione del Capricorno, e dell'asteroide Echo, che transiterà nella costellazione del Toro attraversando l'ammasso delle Iadi.

Altre Notizie