Venerdì, 24 Novembre, 2017

È morto Umberto Veronesi

Umberto Veronesi morto È morto Umberto Veronesi
Elvia Crecco | 09 Novembre, 2016, 06:28

"Però nella mia lunga vita professionale ho visto a poco a poco mettere le basi perché questo avvenga e questa certezza mi consola molto".FONDAZIONE VERONESI - "Andate avanti, perché il mondo ha bisogno di scienza e ragione".

Le sue condizioni di salute erano peggiorate nelle ultime settimane. Morto a 90 anni a Milano, Umberto Veronesi lascia un vuoto nel mondo della ricerca, cui ha contribuito a dare una spinta decisiva nella ricerca contro il cancro.

I suoi meriti scientifici lo avevano portato a ricoprire anche incarichi istituzionali. Un affronto replicato qualche anno più tardi quando l'ormai leader del M5s nel sostenere la necessità di maggiore trasparenza per le norme che riguardano i rapporti tra Tv e l'industria farmaceutica fece l'esempio di Veronesi: "pubblicizza in tv le mammografie così, probabilmente, ha le sovvenzioni per il suo istituto" disse.

MARONI - "Provo un grande dolore per la scomparsa del professor Umberto Veronesi, un gigante della medicina moderna che ha combattuto il male".

Nato a Milano il 28 novembre del 1925, Veronesi ha conosciuto ben presto il significato della perdita di una persona cara, rimanendo orfano di padre all'età di sei anni. Ha ricoperto il ruolo di direttore scientifico emerito dell'Istituto Europeo di Oncologia, direttore scientifico dell'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano dal 1976 al 1994.

Contribuisce alla nascita dell'AIRC (1965), fonda il Gruppo Internazionale sul Melanoma (1970) e la Scuola Europea di Oncologia (1982). Nel 1991 ha fondato l'Istituto europeo di oncologia (Ieo) polo di eccellenza a livello europeo dove ha trasformato in realtà la sua convinzione che "si cura meglio dove si fa ricerca". E' la stessa Fondazione Veronesi a renderle note le sue parole. "Ci sentiamo solo di dire "Grazie, Prof" #Veronesi" twitta l'Associazione per la ricerca sul cancro. In qualità di ministro si è battuto in particolar modo per la legge antifumo. Nel 2010 fu nominato presidente dell'Agenzia per la sicurezza nucleare italiana, dimettendosi dall'incarico di senatore, ma nel 2011 lasciò l'agenzia in polemica con il governo. LE SUE CAMPAGNE, DAL VEGETARIANISMO ALL'EUTANASIA tra le varie campagne promosse da Veronesi anche quella, iniziata nel 1995, per la depenalizzazione e la legalizzazione delle droghe leggere con l'obiettivo di giungere ad una regolamentazione dei derivati della canapa, principalmente per uso terapeutico.

Altre Notizie