Вторник, 12 Декабря, 2017

Terremoto, Laura Boldrini: "La messa in sicurezza è una priorità"

I Sindaci alla Camera: la diretta streaming e tv 600 sindaci oggi alla Camera dei Deputati
Rufina Vignone | 08 Ноября, 2016, 08:09

"L'Italia ha di fronte a se scelte impegnative e di lungo periodo". Al primo posto tra la priorità c'è la messa in sicurezza del territorio.

L'incontro, cui hanno preso parte circa 600 sindaci provenienti da tutta Italia, è stato organizzato dall'Anci nazionale in collaborazione con la Camera dei Deputati, ed è finalizzato a ricevere il contributo degli amministratori locali sui temi di maggiore criticità riguardanti gli enti locali, quali il patto di stabilità, il trasferimento di contributi e le tasse locali.

Oltre 30 sindaci siciliani hanno incontrato, questa mattina a Montecitorio, la Presidente della Camera, Laura Boldrini. "Tornerò ad indossare la fascia con lo stemma di Amatrice, quando avrò la certezza che nessuno ci abbandona".

Tutti parlano con la fascia tricolore. Lo racconta lui stesso, commosso, . "Nel terremoto ho perso anche quella", ha detto, spiegando che quella che indossa oggi gliel'ha prestata un suo collega. "Il sindaco di Amatrice Pirozzi ha posto un problema di viabilità che viene affrontato e risolto senza dubbio e io lo ringrazio anche per l'elemento di fiducia che ha voluto mettere nelle sue parole". "Nel mio Comune non c'è neanche una persona".

A rispondere alle parole del sindaco del Comune reatino è il ministro dell'Interno, Angelino Alfano: "le luci su tutti i comuni colpiti dal terremoto non si spegneranno mai". "La scelta di escludere i sindaci appartenenti all'intera area politica di centrodestra (Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d'Italia) dalla discussione dei problemi che riguardano i primi cittadini italiani è estremamente grave, ha accusato il capogruppo di FI alla Camera Renato Brunetta".

Ma l'occasione, dopo i recenti eventi sismici, è stata anche quella di parlare e trattare dell'emergenza post terremoto con tanti primi cittadini dei Comuni di Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo direttamente toccati dagli effetti devastanti dei sismi di agosto e ottobre. "Ci auguriamo per il futuro che tali manifestazioni siano organizzate tenendo conto, sin dall'inizio, di tutte le forze politiche presenti in Parlamento", conclude Brunetta.

Altre Notizie