Sabato, 03 Dicembre, 2016

Bolzano, contrabbando di carburanti danno erariale da 3 milioni

Irmina Pasquarelli | 19 Ottobre, 2016, 22:41

Una maxi operazione congiunta, quindi, che vede in campo l'Agenzia delle dogane e i militari dell'Arma, è in corso di svolgimento non soltanto su tutto il territorio italico, ma anche in ben 5 paesi europei. In quell'occasione due persone sono state arrestate e numerose sono state le perquisizioni e i sequestri.

Oggetto dell'operazione è il contrabbando internazionale di carburanti.

L'attività ha preso il via a ritmo serrato sin dalle prime ore del mattino, quando i carabinieri, con l'ausilio degli agenti dell'Agenzia delle dogane hanno iniziato ad eseguire le misure cautelari.

L'operazione, iniziata l'anno scorso, è stata condotta su diversi obiettivi localizzati nelle province di Milano, Monza e Brianza, Verona, Napoli, Roma e Lecce.

I soggetti indagati avrebbero organizzato un traffico illecito per cui i prodotti che erano classificati come "additivi" o "anticorrosivi" provenienti da Paesi UE, venivano introdotti in Italia.

Venivano infatti miscelati con gasolio e/o venduti a scopo di carburazione o combustione: in tale modo risultava completamente evasa l'accisa relativa e l'Iva afferente, poiché risultante già pagata.

L'operazone della Procura della Repubblica di Bolzano sta colpendo un'organizzazione criminale internazionale che fa del contrabbando di carburante e dell'evasione alle accise la sua attività principale. Le indagini sono ancora in corso e, considerata la diffusione capillare del traffico illecito, l'importo della frode accertata potrebbe essere anche superiore.

Altre Notizie